Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

GWR Mugello. 3 record: camper, camperiste donne, mamme camperiste

Le Camperiste Italiane

Dal 11 al 13 ottobre

GWR Mugello 2019, probabilmente batterà tre record: quello del numero di camper presenti 800/1.000. Quello delle donne, oltre 4.200 solo quelle del gruppo “Le Camperiste Italiane” e ben 13.000 appartenenti al gruppo “Mamma in viaggio”.

Non so se ci saranno tutte, ma certamente rappresenteranno tutte le donne italiane che hanno dentro di loro uno spirito di appartenenza e tanti sogni da realizzare.

L’evento

Che cosa accadrà al Guinnes Word Record al Mugello Circuit, a partire dal prossimo venerdì e per tutto il week end, è cosa ben nota e abbiamo già pubblicato un servizio approfondito della nostra nostra Paola Sammartano, che ha intervistato anche l’organizzatore Curzio Parenti. Qui potete rileggere il servizio.

Si batterà il record mondiale del più grande raduno camper al mondo. Questo sarà certificato ufficialmente dalle autorità inglesi del GWR di Londra e sarà una tre giorni che catalizzerà l’attenzione internazionale su questa manifestazione.

Sarà un incontro tra operatori di settore e appassionati, ma anche un’occasione per scoprire le zone del Mugello, la bellezza del territorio e la bontà dei prodotti locali.

Le donne al Mugello

La parte però più interessante, almeno a mio parere, di questi grandi raduni di appassionati e quella rappresentata dall’evento visto in chiave sociale o social, come si usa dire. Quello che riguarda i rapporti umani, ma anche le curiosità.

A questo proposito, devo dire, che in modo davvero casuale e se vogliamo, appunto curioso, negli ultimi tempi mi sono trovato a confrontarmi con donne, esclusivamente donne. Vedi le donne di “Amatrice Siamo Noi”.

 Al Mugello invece ecco l’incontro con “Le Camperiste Italiane” e quelle di “Mamma in Viaggio”. Due gruppi di solo donne con un sicuro punto in comune quello della vita in libertà.  Per sciogliere ogni dubbio abbiamo posto due domande a Mariapia Polazzi Maria Arancio e Francesca Botteghi, le rappresentanti delle Camperiste.

L’intervista ” rosa

Mariapia, Maria e Francesca admin de “Le Camperiste Italiane”

Mariapia Polazzi tu sei la fondatrice del gruppo “Le Camperiste Italiane”. In sintesi perché lo hai fondato?

“Il gruppo è stato creato una sera quasi per scherzo e poi è cresciuto quasi subito. Il clima è sempre stato molto solidale all’ interno del gruppo, sono molto fiera delle pon pon che compongono questo stupendo gruppo.”

Ancora Mariapia, mettere insieme tre persone è difficile, quattromila duecento pon pon…cosa vi tiene unite?

“No, non è difficile perché non diamo spazio alle discussioni e alle polemiche. Siamo tre admin coese a livello personale e molto attente. Essendo fondamentalmente un gruppo molto tranquillo, sono davvero poche le volte nelle quali siamo dovute intervenire e questo secondo me fa davvero onore al gruppo.”

Le altre admin

Maria Arancio, anche tu amministri il gruppo. In tre righe tre, perché il vostro simbolo è il pon pon e perché solo donne?

Il pon pon e’ stato scelto da tutto il gruppo attraverso un sondaggio. Volevamo un segno che ci permettesse di riconoscersi in giro e cosa è meglio di un pon pon sullo specchietto o appeso a una finestra dei nostri camper? La scelta di essere solo donne deriva dal fatto che di gruppi di camperisti ce ne sono tanti, ma a noi piaceva crearne uno che fosse tutto in rosa,dove poter parlare di tutti gli argomenti senza annoiare gli uomini e senza trovarsi sempre in discussioni!”

A Francesca Botteghi, new entry come admin de ” Le camperiste italiane “, chiedo perché non volete gli uomini nel gruppo, ma andate in giro con loro? Non è un’incongruenza?

“Potrei rispondere con una battuta dicendo che li portiamo per guidare ma non è assolutamente vero, perché molte delle grandi donne che compongono il gruppo guidano bestioni di 7-8 Mt in tutta tranquillità! No. In realtà il gruppo è vietato agli uomini  esclusivamente come pagina facebook,per mantenere un gruppo in rosa dove si  possa parlare di camper,di viaggi ma anche di cucina e di prevenzione! Ai raduni e agli incontri gli uomini non solo possono partecipare, ma sono i benvenuti. Mariti fidanzati e figli animano le nostre uscite.”

Sempre a te Francesca, l’obiettivo di questo vostro viaggio al GWR Mugello 2019?

“L’obiettivo oltre che battere il record mondiale, è quello di stare in compagnia e fare per una volta un giro veloce(40 km orari da regolamento!!)in un autodromo!”

L’ultima domanda è: quali sono i prossimi appuntamenti de “Le Camperiste italiane”?

“All’ ultima domanda rispondiamo tutte insieme.: prossimi appuntamenti del gruppo? Possiamo anticipare che a Giugno ci sarà una bellissima iniziativa tra camper-bici e buona cucina!  Buoni km a tutti ci vediamo in giro basta un camper, un pon pon e tanta voglia di libertà!”

E non finisce qui

Al Mugello la quota rosa è davvero ben rappresentata. Se siete arrivati a leggere fin qui, vale la pena continuare . Ora è il turno di Silvia Guelpa di “Mammainviaggio.it

Silvia Guelpa, faresti a beneficio di chi ci legge, una breve descrizione di chi sei?

Silvia Guelpa di “Mammainviaggio.it”

Sono Silvia, mamma di due bimbe e un angioletto, nonché moglie, scrittrice, instancabile viaggiatrice, web writer e family travel blogger.” 

 “Ho una sfrenata passione per la lettura e la scrittura, tanto che ho scritto due libri, uno presentato alla mostra internazionale del libro di New York.  L’altra mia passione sono i viaggi.” 

Mammainviaggio è un blog per sole donne, ma soprattutto mamme direi. Perché?

“Mammainviaggio.It é, in realtà, un blog per tutti coloro che sono in cerca di informazioni relative al mondo travel. Ovviamente é maggiormente rivolto ai genitori ed in generale alle famiglie con bambini. Prende vita, infatti, nel 2016 con lo scopo di dare consigli, informazioni e presentare recensioni per una serena vacanza con bambini, con una particolare attenzione ai viaggi in camper.”

Quante followers

13.000 followers non sono poche, cosa comunichi loro da farle appassionare cosi tanto?

“Tutto nasce dal raccontare con onestà i nostri viaggi, sia gli aspetti positivi che quelli negativi. 

Inoltre cerco sempre di essere molto pratica.” 

“Quando si viaggia con bambini è questo quello che si cerca: conoscere l’esperienza di altri genitori e più dettagli possibili per calcolare tutte le possibili variabili e cercare di programmare la gita perfetta…”

“Anche se sappiamo bene tutti che viaggiando con bambini, specialmente se piccoli, l’intoppo è all’ordine del giorno!”

Cosa vi unisce a “ Le Camperiste Italiane”, come mai siete insieme qui?

Sono io stessa una camperista, da diversi anni ormai. 

Perciò unirmi a “Le Camperiste Italiane” é stato un passo “quasi ovvio”. 

Ciò che apprezzo maggiormente é il fatto che, all’interno del gruppo, ci sia modo di confrontarsi sempre nel rispetto più assoluto del pensiero altrui. 

E poi é un modo per scambiarci idee e pensieri “femminili” sul mondo del camper.” 

 Perché hai scelto di venire al Mugello e la prossima proposta di viaggio?

Viaggiare é la nostra passione… 

Come recitava anche una famosa canzone. 

Se poi si unisce al fatto che sia un’uscita in camper, allora per noi si raggiunge il massimo. 

Perciò un evento come il Guinness World Record al Mugello é davvero un qualcosa di imperdibile!

La nostra prossima meta sarà New York… ma niente camper almeno per questa volta!”

Per oggi finiamo qui

Bene. Per ora finiamo qui il servizio. Domani inizierà la bagarre e noi, abbiamo pensato di inviare un nostro corrispondente per riprendere dal vivo questo singolare evento di caratura mondiale.

A proposito lui si chiama Danilo Schiara. Come capirete non fa parte delle “quote rosa” e sa già che ci sarà molto da fare al Mugello. Ne sapremo di più al suo rientro.

Intanto godiamoci il record mondiale dei Camper e diciamolo. VIVA le donne italiane!