Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

La cucina regionale italiana. Proviamo la romana

La cucina regionale identifica in realtà almeno venti tipi di cucina regionale italiana. La nostra qualità e capacità di elaborare piatti diversi e gustosi inseriscono la cucina italiana nel patrimonio inestimabile di valori del nostro Paese. La si definisce arte culinaria e talvolta, come in quella romana, c’è anche un po’di arte teatrale, come nel ristorante che abbiamo preso a esempio.

La cucina romana

La città di Milano e la Lombardia in generale, da sempre apprezzano la cucina tipica regionale italiana e, in particolare, quella romana, e, negli ultimi anni sono tanti i locali che hanno aperto sul territorio con grande successo.

Forte del record raggiunto dei 100.458 clienti nel 2023, la catena di ristoranti di cucina romana più apprezzati in Lombardia su TripAdvisor, “La Taverna di Rugantino” (con il nome che nei ricordi ci porta nei teatri romani o in tv, con l’emozione della storia d’amore e passione vissuta nella Roma papalina, molto emozionante ed eterna, dedicata al personaggio molto sfortunato, interpretato tra gli altri da Adriano Celentano e Enrico Montesano…), offre una nuova opportunità per dare a tutti la possibilità di gustare sapori e atmosfere trasteverine al Nord: dal 4 marzo, ogni lunedì con la formula “all u can eat”, si potrà mangiare senza limiti di quantità a soli 24 € a testa.

L’offerta vale sia nel locale di Monza, in via Angelo Ramazzotti 24, sia in quello di Lurago d’Erba, in via Santo Stefano 15 (CO).

Rugantino

La cucina regionale: c'è anche arte nella cucina romana
Da sin Andrea Macheda e Simone Marcellini

Rugantino è la maschera tradizionale romana, il tipico ‘bullo di Trastevere’. Con il nostro slogan “Roma…lontano da Roma” – spiega il titolareil giovane Andrea Macheda, romano doc – vogliamo impegnarci a portare in Lombardia una ventata di leggerezza, un modo di vivere ancora a portata umana come quello che si percepisce a Trastevere e nelle trattorie tipiche di quel quartiere, storicamente cosmopolita e per questo cresciuto con una certa indipendenza dal resto della Capitale”.

Leggi anche:  Enfer d’Arvier un rosso antico nell’«inferno» valdostano

Presso La Taverna di Rugantino, tutti i mercoledì, i bambini fino a 8 anni mangiano gratis e tutta la settimana, la sera, quattro figuranti girano i due ristoranti vestiti da antichi romani, per fare accoglienza e le foto di rito ai tavoli… tra famiglie felici di gustare i piatti assolutamente preferiti dalla maggioranza, come la carbonara, preparata in tutte le versioni, e i fantastici supplì.

Verified by MonsterInsights