Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Jannuzzo apre la stagione al Manzoni con “Il Berretto a Sonagli”

Gianfranco Jannuzzo e tutti gli attori al Teatro Manzoni di Milano

Le recensioni da leggere e vedere di Silvia Ramilli

Gianfranco Jannuzzo apre con Pirandello

Uno straordinario Gianfranco Jannuzzo porta in scena al Teatro Manzoni l’opera “Il Berretto a Sonagli”.

Vizi e virtù della società siciliana di Pirandelliana memoria caratterizzando tra comicità e dramma un umanissimo Ciampa, talmente innamorato della moglie Nina da accettarne il tradimento con composta rassegnazione, pur di salvaguardare la rispettabilità della famiglia.

In questa società piccolo borghese di provincia dove è la sottile ipocrisia a far da padrona, si snodano le vite dei personaggi del “Berretto a Sonagli”, una delle più famose opere teatrali di Luigi Pirandello estremamente attuali ancora oggi.

In bilico tra commedia e dramma

Dall’incosciente viveur Fifi magistralmente interpretato da Alessio di Clemente, alla realista Fana (Alessandra Ferrara) cameriera fedele di Beatrice, un’ Emanuela Muni straordinaria padrona della scena, che con la forza del suo personaggio per due ore porta la trama sempre perfettamente in biblico tra commedia e dramma.

Una grandiosa Anna Malvica, nel ruolo divertentissimo della Signora Assunta madre di Beatrice, la zingaresca Carmen di Marzio (la cartomante Saracena) e l’ossequioso Commissario Spanò interpretato da Rosario Petix, completano questo straordinario cast regalando agli spettatori due ore di grande teatro!

Costumi e scenografia

Bellissimi i costumi, la scenografia che ritrae una casa Siciliana alto borghese d’inizio secolo con i divani scuri su cui poggiano i centrini fatti dalle più pregiate artigiane del paese.
Una scenografia senza tempo che non fosse per i centrini potrebbe essere una casa d’oggi, in cui si snoda una storia d’oggi perché, ahimè, ascoltando i dialoghi di Pirandello portati in scena per la prima volta nel 1916 purtroppo a mio parere ben poco è cambiato nella testa degli italiani nonostante sia trascorso più di un secolo di storia.

Pirandello è cento anni dopo nel bene e nel male, espressione di una straordinaria modernità di dialoghi e situazioni ed espressione di una figura femminile sottomessa solo in apparenza, contrariamente a ciò che si possa pensare.
Piacevole e divertente lo scambio di battute tra italiano e dialetto che grazie alla bravura degli attori nello scandire perfettamente le parole con un po’ di attenzione è facilmente comprensibile.

Gianfranco Jannuzzo in “Il Berretto a Sonagli” di Pirandello

Gli attori protagonisti

“Il Berretto a Sonagli” – Regia di Francesco Bellomo – Con Gianfranco Jannuzzo (Ciampa), Emanuela Muni (Beatrice), Alessio Di Clemente (Fifi), Rosario Petix (Commissario Spanò), Alessandra Ferrara (Fana), Carmen Di Marzo (Saracena), Anna Malvica (Assunta)

dal 10 al 27 Ottobre – TEATRO MANZONI MILANO