Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

Jaboni canta la propria unicità con “Heads up”

Jaboni: Cover

Jaboni

Simone Iaboni, alias Jaboni è un altro cantautore che ha molto da dire. Lo si capisce dalle sue canzoni e dai suoi testi. Ma se si ha l’opportunità di parlargli a quattr’occhi, seppure a distanza, si percepisce quel qualcosa in più che possiede e lo distingue immediatamente. La sensibilità è una delle sue prerogative, il percepire “l’aria che tira”, raccogliere le sensazioni e trasformarle in arte. Nel suo caso in musica e parole, ovvero in canzoni, nel suo pane quotidiano. Anche se a dire il vero e ne parleremo nella nostra chiacchierata, si divide tra Jaboni cantautore e Jaboni architetto. Lontane e vicine le due attività, ma in realtà gemelle per quanto lo riguarda. Entrambe necessitano, di sensibilità e creatività e qui si queste caratteristiche, il nostro Simone ne ha tante e da vendere.  

Conosciamo meglio Jaboni

Simone è cantautore, interprete, architetto. Frequenta a Roma l’Accademia di musica Scarlatti partecipa a diversi concorsi, fino ad approdare al Tour Music Fest nel 2017, dove incontra Mogol.

Le sue qualità canore gli consentono di entrare a far parte del coro romano “All Over Gospel Choir” e non è da tutti. Da lì procede speditamente verso altre esibizioni e altri palcoscenici. Diviene membro del coro “Le Mani Avanti” diretto dal maestro Gabriele D’Angelo, “Vokal Fest” all’Auditorium Parco della Musica. Con loro partecipa alla realizzazione di una cover a cappella del brano di Des’ree “You gotta be” andato in onda su Rai1 nel programma “Musica che unisce”.  Scrive indifferentemente in italiano e in inglese e collabora alla composizione di brani con la GIL produzioni, del produttore artistico Giorgio Lorito.  Debutta con il primo singolo “Love comes back to me “superando subito i 50k streams su Spotify e il videoclip viene trasmesso in anteprima su Sky.

Oggi presentiamo “Heads up”, il suo terzo singolo.

“Heads up”

Per tutte quelle persone che la società etichetta come “diverse”. Non lo è, ma dovrebbe essere facile essere sé stessi, perché è naturale che lo sia.

Meglio di qualsiasi spiegazione, valgono le parole dello stesso autore: «Ed è bellissimo così.» – Spiega Jaboni – «Imparare ad amarsi, a difendersi e a camminare a testa alta è l’arma vincente che ci fa risplendere ogni giorno, fieri delle nostre storie, fatte di sofferenze e conquiste.»

Niente etichette e selezioni naturali, perciò camminare a testa alta è importante. Sereni è orgogliosi di essere quello che si è. Ma occorre tenere sempre gli occhi aperti, perché nessuno calpesti e metta in dubbio la nostra natura, perché è un valore troppo prezioso per essere gettato via.

Clicca e non perdere la “sensibilità” espressa da Jaboni in questo video

CLICCA per vedere e ascoltare NUMAVALENTINA TIOLILORENZO SANTANGELODANIELE COLETTAANDREA ASCOLESE,GIULIA PRATELLIMISSTAKEDANI WHITEHERRE’, REEL TAPE. Per sapere cosa c’è dietro le quinte della musica e conoscere l’artista.