Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

Un podio tutto in rosa all’Oldies Songs Festival 2022

Podio: tutti sul podio
Tutti sul podio

Podio in rosa

Tutto al femminile il podio del Festival di Bucarest. Le prime tre classificate, dopo la valutazione della giuria, sono state: Alexia Vay, Sofia Maria Corona e Maya Stroia. E su questa classifica dei primi tre… Ops! Delle prime tre, sventola anche la bandiera tricolore o meglio ancora dei 4 Mori. Ha avuto una notevole eco mediatica e di pubblico, il Festival Oldies Songs, tenutosi a Bucarest, in Romania.

3 sul podio, ma 40 i giovanissimi sul palco

Il Concorso, ha visto la partecipazione di oltre 40 giovanissimi provenienti in gran parte dalla Romania, altri dall’Italia e dalla Svizzera. Si è svolto nell’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bucarest, organizzato dalla FAMS (Federazione Arte, Musica e Sport), nel giorno della Festa del papà.
Il Festival suddiviso in varie categorie (Canto popolare, Pop Internazionale, Pop Rumeno, Canto Classico), ha dato la possibilità a tanti giovani talentuosi di esprimere le loro qualità canore cimentandosi, alcuni di essi, anche in diversi stili canori. È il caso delle tre vincitrici che hanno affrontato sia la categoria “Pop internazionale” che le sezioni “Canto popolare” e “Canto classico”.

Le tre vincitrici

Passato, presente e futuro del Festival

Il Festival Oldies Songs, nasce dalle ceneri del Festival “Cervo d’Oro” di Brasov – la città di Dracula, in Transilvanya. Vide la luce sul finire degli anni 60 e portò alla ribalta grandi nomi della scena musicale mondiale. Vi presero parte nel corso degli anni, anche nomi altisonanti. Kylie Minogue, Dionne Warwick, Paul Yong, Ray Charles e Boy George, ma anche alcune delle nostre ugole d’oro, come Caterina Caselli, Rita Pavone, Tiziano Ferro, Nino D’Angelo e… la lista continua.
Nel 2019 Marilena Palici, nota produttrice ed organizzatrice di eventi rumena, riporta a galla la tradizione musicale della città, reinventandosi Il Festival del Cervo d’Oro.

Nasce così il Festival Caruselul Melodiilor, che però di lì a poco si ferma per la pandemia. Ritornato quest’anno con il nome di Festival Oldies Song, ha visto la partecipazione, alle selezioni online, di circa 1500 aspiranti. Tra loro sono stati scelti oltre 30 giovanissimi talentuosi, che si sono dati “battaglia” fino alla finalissima del 19 marzo scorso. Nel corso della serata finale alcuni concorrenti si sono “esibiti” online. Come nel caso della 2^ classificata, Sofia Maria Corona, di San Sperate in provincia di Sud Sardegna, che proprio il 19 marzo si è esibita alla presenza di Papa Francesco nell’anniversario del 10° anno di pontificato.

Sono già attivi i preparativi dell’edizione 2023, ed un’altra “vittoria” è stata messa nel Palmares dell’Oldies Songs Festival. Grazie alla partnership tra la FAMS e il produttore artistico Pasquale Sorabella, i vincitori di Bucarest parteciperanno di diritto alla Finalissima del Concorso Canoro Nazionale “L’Usignolo d’Oro”.

Chi vedremo sul podio a Modena e non solo?

Il Concorso si terrà a Modena, al Teatro San Carlo, il 7 maggio prossimo. Porterà così il Festival Rumeno anche in Italia, mentre edizioni parallele sono già in preparazione in Spagna e in Svizzera, dove sono attive le succursali della Federazione Arte Musica e Sport, la cui “casa madre”, è invece a Bucarest.
“L’Usignolo d’Oro” viene spesso citato dai settimanali nazionali italiani, per aver dato “i natali” a grandi personaggi del panorama musicale italiano ed internazionale. Uno su tutti: Vasco Rossi, che non dimentica mai di aver cominciato da questo importante trampolino di lancio, vincendolo a soli 13 anni.

Leggi anche:  FESTIVAL DI SANREMO 2019: UN PO' PIRANDELLIANO!

Un circuito internazionale

La manifestazione rumena, inserita nel circuito dei festival canori internazionali, si avvia così a diventare un punto di riferimento per quanti intendano intraprendere questa professione. Di certo per i più piccoli è solo un divertimento. Anche se abbiamo notato, essendo stati presenti sul posto, che già a 10 anni c’è chi fa veramente sul serio. E’ il caso delle 3 vincitrici, così come tanti altri giovanissimi che sono giunti alla serata finale, che, nonostante l’età adolescenziale, vedono nell’arte del canto la possibilità di raggiungere sogni e traguardi. Sogni e traguardi che solo festival e concorsi di tale risonanza possono fare diventare realtà.

L’Oldies Songs Festival, ha siglato accordi internazionali per la visibilità del concorso , dando luce e spazio nel mondo della musica, a tanti piccoli artisti.

La copertura mediatica

In Romania Kapital TV – Televisione Nazionale, ha dedicato per settimane il programma del sabato “Tineri Talentati” alle selezioni del concorso. Così come Kristal TV in Spagna e Diaspora TV in Svizzera (Televisione che ha una programmazione in 9 lingue con conduttori madrelingua).

Per quanto riguarda l’emittenza radiofonica oltre alle radio rumene che hanno dato continue notizie, in Spagna Radio Mojopicon e Radio QRZ Latina, hanno dato ampio risalto al Festival, grazie ai programmi trasmessi da Javier Fernandez, meglio noto come DJ Master.

In Italia invece dell’evento ne ha già parlato più volte GlobeToday’s Notizie Internazionali che ha inviato a Bucarest anche la redazione tedesca: GlobeToday’s World Deutschland. Da non dimenticare anche Telegolfo che grazie al suo editore Andrea Conte ha dedicato vari servizi all’Oldies Songs Festival. E in ultimo, non per motivi d’importanza, Istrione TV dedicherà a breve una serie di servizi sul 4° canale per inaugurare una nuova collaborazione con Pasquale Sorabella che ne ha assunto la Direzione Artistica.

Editore di Istrione TV è un volto noto agli italiani. Si tratta di Claudio Alberto Francesconi, co-conduttore da oltre 15 anni di SanremoDOC e inviato di Rai 2, nel programma “Quelli che… il calcio”. Istrione Tv è un’emittente televisiva con 11 canali (di cui uno interamente in francese) dedicati esclusivamente al mondo dello spettacolo.
Non ci resta che attendere il 7 maggio, quando a Modena, i piccoli cantanti si sfideranno a “colpi” di corde vocali: dovranno essere più bravi dell’Usignolo.

CLICCA per vedere un ampio servizio sul Oldies Songs Festival di Bucarest