Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Festival terza serata: uno due tre le pagelle

Festival terza serata: Sanremo invasa dagli screen con il logo 70

Festival terza serata: uno, due, tre le pagelle! La terza serata ha premiato l’interpretazione dei ventiquattro partecipanti, che si sono esibiti sul palco dell’Ariston cantando i successi principali che hanno caratterizzato i 70 anni di Sanremo. Questa è la terza pagella di Silvia.

Festival terza serata

Negli ultimi anni abbiamo imparato una cosa fondamentale… Il Festival di Sanremo segue uno schema ben preciso dal punto di vista del look e non si discosta mai di una virgola da quanto schedulato, in fondo come si suole dire “squadra che vince non si cambia”.

Se nella prima serata ospiti e concorrenti fanno del loro meglio per essere al Top e dare allo spettatore l’illusione che assisteremo ad una sfilata di stile ed eleganza, nei giorni successivi la situazione precipita drasticamente sfiorando il dramma nelle serate centrali (la terza e la quarta) per poi riprendersi (forse) nella serata finale.

Difficile dire ieri sera chi abbia dato il meglio di sé, ma sul peggio ci sarebbe da aprire un dibattito! Un talk show nello show, di quelli strappalacrime che tanto piacciono al pubblico italiano.

La signora moda è stata prontamente riconosciuta e bloccata in frontiera mentre travestita da Igor cercava di espatriare oltralpe. Costretta a rientrare all’Ariston minaccia la produzione armata di forbici di ridurre ad innocue stelle filanti colorate le mise della maggior parte dei partecipanti (in fondo è quasi Carnevale no?) a meno di non potersi esibire sul prestigioso palco Sanremese. Viene accontentata!

Da ieri sera pare si aggiri come Belfagor dietro le quinte cantando a squarciagola “Perché lo fai?!” Si attendono sviluppi.

Le Pagelle

Non sapendo davvero a chi regalare la palma del meglio, ci dedicheremo al peggio della serata che ormai ci ha regalato la certezza che il direttore artistico del Festival sia Walt Disney!

Amadeus

Fiore torna Sanremo spetta a te!!!!

Oltre ad essere il mattatore delle serate evidentemente dà anche lezioni di stile, perché nell’unica serata in cui decide di portar fuori a cena Susanna (e per cavalleria evidentemente anche Giovanna), Amadeus non riesce a trovare nulla nell’armadio, inizia con una giacca cangiante animalier e termina indossando il divano di nonna Maria.

Far peggio era davvero difficile, voto 4

Georgina Rodriguez

Stilista: Jessica Rabbit

Inizia discretamente con un abito caruccio, peggiora nel corso della serata con il secondo cambio, per un deciso no nel terzo. È carina e simpatica anche per quel suo accento ispanico che la rende deliziosa. Cristiano Ronaldo la guarda come fosse un’apparizione celestiale.

Nel complesso promossa, voto 6

Alketa Vejsiu

Stilista: Samantha – Vita da Strega

La bellissima show girl albanese non parte benissimo, la camicia da notte anni 60 con cui inizia la serata non è il massimo. Ma Samantha è una strega e per magia il secondo cambio rosso fiammante è davvero molto bello. Alketa tradisce un’emozione fortissima, parla velocemente quasi non respira, ma è comprensibile il palco dell’Ariston metterebbe soggezione a chiunque.

Promossa anche lei voto 6 anche perché la disinvoltura con cui ha fatto le scale merita di essere premiata.

Tra gli outfit promossi nel marasma generale anche Arisa e Annalisa che raggiungono la sufficienza, voto 6

Festival terza serata: arriva il meglio...

Riki

Stilista: 7 Spose per 7 Fratelli

Sanremo è anche questo, piovono proposte come se non ci fosse un domani e a Riki si vocifera verrà proposto il personaggio di Beniamino nel remake del noto musical anni 50. Per non saper né leggere né scrivere lui si porta avanti nel look. Voto 4

Elodie

Stilista: Sindacato italiano dei sommelier

Perfetta in un ristorante pluri stellato per presentare vini di altissimo livello, decisamente no per una serata all’Ariston. Voto 3

Rappresentante di Lista

Stilista: Renato Zero

Voce bellissima per la cantante che accompagna Rancore sul palco, ma ispirarsi a Renato prima maniera paga solo se sei Renato. Voto 4

Pinguini Tattici Nucleari

Stilista: Perfetti

Stasera no, sembrano usciti da un sacchettone di caramelle della nota società dolciaria. Peccato, la prima sera non erano poi male. Voto 5

Raphael Gualazzi e Simona Molinari

Stilista: L’amica Geniale

Direttamente dal matrimonio nel Rione (rosa transgenica inclusa sulla giacca di Raphael) al palco sanremese. Meno male che Simona ha evitato le scale o con l’ingombrante abito da sposa indossato, dubitiamo seriamente l’avrebbe conclusa in piedi. Voto 5

Achille Lauro

Stilista: Marvel

Ci ha stupito con effetti speciali! Udite Udite… non è il peggiore della serata, anche se il look incrocio tra Jocker e Lizard lo fa sembrare un ramarro gigante truccato da clown. Voto 4

Nina Zilli

Stilista: Alice in the Wonderland

Nina in versione caramella gigante non si può guardare. È vero che Maria Chiara nel corso della sua carriera ci ha abituati a parecchie piacevoli stravaganze, ma così è un po’ troppo anche per lei. Voto 2

Levante

Stilista: Grease

Nuovo prendisole questa volta glicine. Qualcuno le ha spiegato che dopo la spiaggia ci si cambia per esibirsi su un palco internazionale? Urge consegnare libretto di istruzioni. Promossi a pieni voti make up e acconciatura ma non è sufficiente. Voto 4 e mezzo

Tosca

Stilista: Rossella O’Hara

Rossella presta alla nostra bravissima interprete l’abito da funerale con cui ad Atlanta partecipa alla riffa di beneficenza nonostante fosse in lutto. Tosca peggiora la situazione pettinandosi con la crocchia della nonna (forcine a vista incluse) e un gigantesco collanone sbarluscicante che completa il disastro. Far peggio di così era davvero impossibile. Voto 3

Irene Grandi

Stilista: Ragno

Un po’ è comprensibile però data l’ora in cui la cantante fiorentina si è esibita, era stanca di attendere e si è messa il pigiama per schiacciare un pisolino. Ma ha scordato di puntare la sveglia e ha dovuto raggiungere il teatro di corsa per potersi esibire rimanendo con pigiama e vestaglia.

Voto 4

Elettra Lamborghini e Myss Keta

Stilista Elettra: Betty Boop

Pensavo sinceramente peggio, invece nel disastro generale alla fine Elettra si salva anche se con un po’ di buonismo che premia la simpatia lo ammetto. Myss Keta emozionata e in stile con una serata sanremese da punti decisamente alla coppia. Voto 5/6

Morgan e Bugo

Stilista: Cappellaio Matto

Se Morgan in stile Morgan è accettabile questa sera a far piangere la signora Moda ci pensa Bugo. La giacchetta bianca cangiante proprio no. Voto 4

Francesco Gabbani

Stilista: Nasa

Si esibisce in completo da astronauta (forse per salutare il rientro di Parmitano dalla missione spaziale offuscato dai clamori del Festival?) bandiera inclusa. Una domanda… ma perché?! Voto 2

Anche nel bellissimo messaggio lanciato dalle 7 protagoniste del concerto “Una, nessuna, centomila” contro la violenza sulle donne spicca la nota stonata. Elisa si affida a Mulan per la mise della serata! And the winner is…. ancora una volta Sir Walter!

Per quanto riguarda i restanti partecipanti e ospiti essendo la serata delle cover, ricordiamo con un applauso il grande Califfo “Tutto il resto è noia”

Sottolineiamo uno straordinario Mika che canta De Andrè e riceve i complimenti del figlio Cristiano, ma sull’eleganza e la delicatezza di questo straordinario artista non avevamo nessun dubbio.

Mika è sempre una certezza.

Alla fine ridendo e scherzando il più chic della serata finisce con l’essere Piero Pelù il che è tutto dire! Ma “il Piero” che calca per la prima volta il palco dell’Ariston è arrivato con una grinta e un’energia incredibili. E a noi sta regalando la sensazione fortissima che voglia molto molto di più.

La signora moda nel frattempo vorrebbe urlare, soffocare il cielo, sbattere la testa mille volte contro il muro!

To be continued….