Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Festival quarta serata: la sceneggiata è servita

Festival quarta serata: quando la musica lascia lo spazio alla sceneggiata

Festival quarta serata: la sceneggiata è servita. Abbiamo dedicato la copertina a degli spartiti musicali bruciacchiati. Eravamo indecisi tra questa e quella di una bottiglia di Rum con il nome del protagonista di questa puntata. Abbiamo preferito privilegiare le note. Siamo al Festival della Canzone in fondo. Se avete letto le classifiche dei giorni scorsi, ecco quella di ieri sera.

Festival quarta serata: la sceneggiata è servita!

La conduzione globale della serata, gli outfit, persino gli ospiti… tutto è filato liscio senza grossi sconvolgimenti, tutto fluido e piuttosto piatto, ma quel piatto che sa di rassicurante alla fine. Tutto… fino all’esibizione allucinante di Bugo e Morgan!

Una scena che definire ridicola è un eufemismo!

Morgan cambia le parole alla canzone e attacca Bugo dopo la discutibile esibizione nella serata delle cover dove hanno affrontato il palco dell’Ariston con “Canzone per te” con cui Sergio Endrigo e Roberto Carlos vinsero il Festival nel 1968.

Quando si sceglie una canzone iconica bisognerebbe avere l’umiltà e la professionalità di capire se è alla nostra portata oppure no e accettare il giudizio della giuria anche se questo è negativo. Brutta risposta, non si può comportarsi così. I panni sporchi si lavano in privato, su un palco internazionale ci aspettiamo di vedere altro, non beghe da cortile.

Amadeus e Fiorello ne sono usciti davvero con grande stile, chapeau!

Bugo e Morgan imbarazzanti! Una cosa nella vita sarebbe buona norma apprendere… ” bisogna saper perdere”! E quando si fallisce (perché tutti nella vita affrontiamo dei fallimenti) un dignitoso “mea culpa” è indubbiamente preferibile alla guerra dei Roses in mondovisione! Assolutamente inqualificabili!

Brano ovviamente squalificato, domani sera si esibiranno in 23.

Le pagelle

Amadeus

A parte il penoso siparietto finale di Bugo e Morgan poco altro c’è da segnalare, nel Festival quarta serata.

La classe non è acqua e Amadeus spalleggiato dal sempre poliedrico Fiorello esce con classe e grande stile dal momento di evidente disagio in cui si viene a trovare sul palco dell’Ariston.

La prima giacca completa di papillon in abbinamento è Natalizia la seconda confezionata con i piercing avanzati da Elettra Lamborghini, ma stasera gli perdoniamo il look, l’emozione con cui abbraccia mamma e papà gli vale 1000 punti, il sangue freddo e la signorilità con cui affronta la pagliacciata finale altrettanto. Voto 9

Fiorello

Torna sul palco dopo la pausa di ieri e fa sentire subito la sua presenza. Fiore è così o lo ami o non ti piace, ma i detrattori sono cosa minima. L’argento vivo, l’entusiasmo, l’energia con cui affronta ogni situazione sono tipiche di chi ama a fondo il proprio lavoro. I look di Fiore sono sempre top! Voto 9

Antonella Clerici

Stilista: Wanda Osiris. Amiamo Antonella, la sua professionalità e la sua simpatia, ma per favore basta con questi abiti improponibili, ormai sa di scontato. Voto 4

Francesca Sofia Novello

È giovane, carina e si farà. Per essere la prima volta che sale su un palcoscenico si è misurata con un palco che può essere davvero un tritacarne, uscirne a brandelli capita molto più spesso di quello che si possa pensare. Francesca se la cava discretamente alla fine. Bellissimo il primo abito, banalotto e in stile pasquale il secondo, ma nel complesso promossa. Voto 6

Tosca

Dopo i primi due look che l’hanno veramente mortificata (una signora così affascinante merita decisamente di più) ieri sera migliora decisamente la situazione. Lascia liberi i capelli delicatamente ondulati da morbide waves e sceglie un abito finalmente da serata. Questa sera SI. Voto 7

Elodie

Con il fisico da modella che ha può permettersi veramente di tutto, ma il vestitino corto ad anfora con cinturina in vita e scollatura identica a tutti gli altri abiti senza spalline presentati ogni giorno sul palco dell’Ariston mi lascia perplessa. Voto 5

Irene Grandi

In diretta dagli anni ’80 Ladies and Gentleman… Miss Irene Grandi! Dai Irene, perché indossare il look uscita serale anni ’80 con il filarino del momento?!  E poi sinceramente… non ti rende giustizia! Voto 5

Levante

Ma… ha acquistato uno stock in saldo di prendisole dismessi da Brigitte Bardot? Cambia il colore ma non il risultato, un po’ come nell’ordine degli addendi… Voto 4

Raphael Gualazzi

Stilista: Il Castello delle cerimonie. Look decisamente discutibile. Voto 4

Achille Lauro

Stilista: Grimilde. Devo dire però che questa sera pur non apprezzando assolutamente le esibizioni carnevalesche lo apprezzo più di altri. Voto 6-

Elettra Lamborghini

Stilista: Arquati. Alla prima inquadratura ho pensato… “però un po’ esagerato, ma caruccio, il colore rosato/beige (le tonalità del rosa saranno top della prossima stagione, scelte da molti in queste serate) le dona proprio…” Peccato che poi il campo dell’inquadratura si sia allargato e il tendone è servito. Ancora una volta premiamo la simpatia perché altro non si può fare.  Voto 4/5

Rita Pavone

Stilista: Tarzan con Divani & Divani. Qualche altra fantasia da mescolare? Voto 4

Enrico Nigiotti

Sempre più economo, questa sera ruba il copri divano a Elettra e ci si fa confezionare la giacca. Da proporre certamente al Ministero dell’Economia e delle Finanze per un eventuale prossimo governo. Ma per me è no! Voto 4

Giordana Angi

Bello il tailleur rosa scelto per la quarta serata, uno dei look per me migliori. Brava Giordana. Voto 7 e mezzo

Tecla

Perde la finale nel confronto con Leo Gassman, ma è comunque bravissima ed elegantissima. Questa sera vince lei! Voto 8

Tutti gli altri si esibiscono con completi normali con un tocco di originalità e di rosso per Vibrazioni e Diodato, tutti promossi in una normale serata che non è la finale.

Un solo consiglio al Piero… no alla camicia aperta sul palco di Sanremo anche se porta un bellissimo messaggio, siamo pur sempre in eurovisione.

Ama però questa sera cerchiamo di essere un po’ meno prolissi perché di questo passo finiamo lunedì, in fondo… dovranno cantare solo in 23!

Per noi Sanremo… continua!