Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Chile in viaggio dalla Patagonia all’Atacama

La spontaneità di un sorriso – By J.Zambrano

Chile

Chile. Così come scritto in lingua originale, oppure Cile, come siamo abituati a scrivere. Un territorio di 757.000 mila kmq. Disteso e lungo più di tre volte l’Italia, ma molto stretto, quasi abbracciato da Perù, Bolivia e Argentina. L’Oceano Pacifico, immenso, profondo e affascinante lo accarezza per tutta la sua lunghezza. Le Ande imponenti si offrono come spina dorsale a questo territorio straordinario e unico. Un clima naturalmente diverso, arido a nord, mite al centro e freddo al sud. Il contrario di quello che avviene alle nostre latitudini, qui siamo nell’emisfero sud. Le stagioni si distribuiscono esattamente all’opposto. Il Natale in Chile si festeggia al caldo, magari al mare. Magari a Renaca, la famosa area balneare nei pressi di Vina del Mar.

Chile e le cinque regioni

Lo abbiamo attraversato tutto il Chile. Dal sud, dalla Patagonia a nord nell’Atacama. Abbiamo superato tutti i tipi di clima attraverso le cinque regioni geografiche di questa nazione così complessa e speciale: la Zona austral, la Zona sur, quella central e poi il Norte chico e il Norte grande. Lo abbiamo fatto con una troupe televisiva che ha prodotto il filmato che vedremo sotto e un gruppo di amici tra cui il famoso Oscar Lolo Pena. Cantante, ballerino, attore, autore, produttore. Ci ha aiutato molto a capire questo Paese, che avevo già conosciuto diversi anni prima  in un’altra occasione.

Tra pisco e whisky con ghiaccio artico

I ghiacciai eterni della Patagonia

Un popolo quello cileno, dinamico, organizzato e molto socializzante. Quell’accento spagnolo così castigliano e fluido che ti accoglie con molto calore, ti colpisce subito. L’ospitalità qui in Sud America e in Chile in particolare e spontanea e naturale. Non poteva che scaturirne un viaggio spettacolare, tra territori talmente diversi e unici da far venire i brividi. Per tradizione abbiamo iniziato ingurgitando al volo un buonissimo pisco. Bevanda nazionale che ho imparato ad apprezzare da anni, un distillato a base di uva, che nasce solo nella valle del Elqui, che ti da forza e stimolo. Basta non eccedere perché va giù facilmente, un po’ come la slivovitz o la vodka. Non bisogna mai esagerare però

Ma francamente l’esperienza di bere un whisky con pezzi di ghiaccio artico presi direttamente dalle montagne incantate e gelide della Patagonia e servito direttamente dal capitano della motonave Skorpios che ci accompagnato attraverso i ghiacci, non ha termini di paragone.

Dal freddo, al bagno caldo, alle stelle dell’Atacama

Il deserto più alto del mondo L’Atacama – By H.Hengelmann

Territori e cibi serviti in luoghi particolari, a volte quasi da fiaba, perché qui in Chile si mangia piuttosto bene. Frutti di mare come i Locos, una prelibatezza per davvero , oppure i Centollas , i granchi di mare giganti.  Da provare sempre, ma in particolare qui si gusta in occasione della festa nazionale, l’empanada: carne e condimenti gustosi e speziati in una sorta di maxi involtino. Va servita calda e gustata subito. Sopra ci si beve un vino cileno rosso, magari il famoso Carmenere, le cui origini fanno parte di una storia incredibile legata alla leggenda di “Casillero del Diablo” di oltre 130 anni fa o di un altro Cabernet Sauvignon. Sappiate che il vino cileno è molto quotato nel mondo. In questo filmato vedrete un bagno speciale, immersi nei vapori di acqua calda di El Tatio il sito più grande del sud America di geyser attivi.  80 gradi di calore, mentre fuori, in mezzo al deserto fa un freddo cane, anche perché siamo al mattino presto e a 2500 metri di altitudine.  Infine passeremo una notte incredibile e unica, trascorsa nel più alto deserto del mondo, quello dell’Atacama. Sotto un cielo nero e infinito, in un’atmosfera quasi ancestrale, in una notte senza rumori. Nel silenzio assoluto a vedere le stelle…

Chile in viaggio dalla Patagonia all’Atacama

Capite che non potevamo, non registrare in video certe immagini. Irripetibili e uniche. Oscar e io abbiamo completato il filmato, descrivendo le nostre sensazioni e scrivendo i testi del viaggio in italiano e spagnolo. Questo filmato è stato trasmesso in molte parti del mondo e oggi lo proponiamo su Globe Today’s.  Ho ancora i brividi a rivederlo. Non so se di caldo o di freddo. Sicuramente di emozione.

Guarda il filmato. Clicca sotto.