Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Weekend alternativi, Fiandre pedalando “sotto il lago”

fietsen door het water-Fonte cyclingthroughwater.com




Fiandre, un nome che richiama la magia e noi la proviamo “pedalando sotto il lago”!

La scorsa settimana eravamo tra le Isole dello Stagnone, circondati dal mare, immersi nel sale e sotto il sole cocente di Sicilia. Come sempre, riprendiamo l’aereo e come sempre in poche ore atterriamo in Belgio.

Dove andiamo

Questo fine settimana scopriamo la regione del Limburgo, la più orientale del Paese, al di là ci sono i Paesi Bassi. La zona di riferimento è la riserva naturale De Wijers. 

C’è molta acqua qui. Il Mosa è il corso principale, ma  piccoli laghi punteggiano questa parte del Belgio, circondati da alberi e vegetazione, il verde è il colore prevalente e in un ambiente da favola come questo, anche la fauna acquatica disegna una scenografia magica e naturale, dove la musica di sottofondo è rappresentata dal cinguettio degli uccelli e talvolta dal sussurro del vento che agita le nuvole bianche. Questa terra incontaminata e aperta a tutti i tipi di clima esprime in fiammingo tutta la sua personalità. Il connubio tra aria aperta e attività all’aperto ti porta ad amare tutto gli sport praticabili in quest’ambiente. I mezzi più diffusi di trasporto, soprattutto nei momenti di relax, sono le gambe, le escursioni a piedi o la bicicletta, mezzo ecologico per eccellenza. Il ciclismo anche professionale qui è di grandi tradizioni da sempre e l’immergersi nella natura, così florida è la logica conseguenza dell’uso delle due ruote.

Fietsen door het Water

Il nostro suggerimento, quindi, è quello di approfittare di questo suggestivo e affascinante palcoscenico naturale per muoversi nei molti percorsi suggeriti e che troverete disponibili in loco, ma solo qui potrete davvero muovervi su  un tratto di strada “ pedalando sotto il livello dell’acqua”!

Non poteva che essere ideato e costruito in questo posto l’unico percorso al mondo con queste caratteristiche. Una strada di cemento larga tre metri e lunga poco più di duecento, che attraversa nel bel mezzo, un laghetto dell’oasi. Le nostre teste appariranno appena sopra il livello dell’acqua, facendoci vivere l’emozionante esperienza di essere immersi  proprio dentro l’acqua. Come pesci umani.  Fietsen door het Water, appunto, in olandese ci indica proprio questa pratica unica nel suo genere.

Viaggio e pernottamento

In Aereo dall’Italia, ci si arriva con almeno tre compagnie TUI Fly Belgium, Brussels Airlains, Ryanair, oppure auto o treno, approfittando dell’alta velocità, dalle nostre principali città e fino a Brusselles. Per pernottare, noi approfitteremmo dei comodi AIRB&B in zona, che sono certificati e a basso costo. Sul gustare i prodotti tipici, sappiate che nelle Fiandre ci sono tanti ristoranti stellati e in ogni caso, si mangia bene un po’ ovunque. Due idee? Provate “ cozze e patatine” o i “gamberetti grigi”, bagnate il tutto con le buonissime birre Belghe, quelle Trappiste, o le Geuze ad esempio. Chiaramente, il cioccolato è obbligo provarlo. Provate Godiva magari, già il nome è un programma. I prezzi? C’è da sbizzarrirsi sui siti specializzati di viaggi.

Al solito se andrete a pedalare sotto l’acqua, commentate e fateci sapere com’è andata. Alla prossima settimana su Globe!