Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Un giorno di pioggia a New York il film di Woody Allen

Un Giorno di Pioggia a New York di Woody Allen

“Un giorno di pioggia a New York” è l’ultimo film di Woody Allen, che ho recensito. Non solo teatro, come “Ho Perso il Filo” con Angela Finocchiaro o Gianfranco Jannuzzo con il suo “Il Berretto a Sonagli“, ma anche il cinema è una mia passione.

Woody Allen come ogni anno

Immancabilmente come ogni anno (o quasi perché nel 2018 non c’è stata la tanto attesa uscita) Woody Allen ci regala una storiella d’amore dal sapore romantico e dai toni pastello quasi sempre ambientata nella sua amata New York tra paesaggi autunnali e piovosi.

Gli elementi tipici delle sue commedie

Anche quest’anno non si smentisce, gli elementi tipici delle sue commedie ci sono tutti, ma proprio tutti!

Il pianoforte, il jazz e i locali con sottofondo malinconico-decadente che ricordano sfarzi passati e un tempo ormai sfumato presente solo in vecchie foto consumate, la storia d’amore tormentata, il protagonista finto-imbranato, l’oca che non è mai chiaro se lo sia davvero e che si lascia abbacinare da mondi meravigliosi che sogna fin da bambina, l’antagonista più sveglia con cui il protagonista alla fine scopre di avere molto più feeling di quanto creda.

Aggiungiamo la pioggia, l’autunno, le nevrosi, e i protagonisti ogni due per tre bagnati ma felici e il solito Woody è servito!

La pioggia c’è quasi sempre

Siamo lontani anni luce dai film che ci hanno fatto ridere dell’ironia sottile che spesso volutamente scivolava nel più graffiante sarcasmo propri di questo genio del cinema, gli ultimi film sembrano spesso ripetere la trama cambiando solo l’ambientazione ma non il meteo perché che si tratti di Midnight in Paris, To Rome with Love, Scoop, o altri cambia la città ma piove sempre.

New York con Central Park e le sue romantiche carrozze (nemmeno a dirlo sotto la pioggia), i rossi brownstone e le scale in metallo esterne tipici degli edifici di Brooklyn, l’eleganza degli appartamenti dell’Upper East Side, gli opulenti Hotel con viste meravigliose sullo skyline e un’ambientazione tutta giocata sui toni del rosa e colori pastello fa da sfondo alla romantica storia d’amore e di nevrosi con immancabile lieto fine.

La bellissima colonna sonora

Bellissima nemmeno a dirlo la colonna sonora, e naturalmente lo splendido tour Newyorkese che Allen regala nuovamente agli spettatori, ma da un istrione del suo calibro ci si aspetta di più di un film balzato agli onori delle cronache più per il movimento “mee too” e le accuse di molestie che Allen si è ritrovato ad affrontare nel periodo in cui fu girato che per la realizzazione stessa.

Il trailer

Trailer ufficiale di Un Giorno di Pioggia a New York di Woody Allen

Una giovane coppia, lui Newyorkese lei dell’Arizona, per ragioni di lavoro della ragazza che deve realizzare un’intervista ad un famoso regista per il giornale Universitario, trascorrerà un weekend a Manhattan.

Ma tra una serie di avventure/disavventure in cui la protagonista verrà a trovarsi il loro legame sarà messo a dura prova.

Lui nel frattempo nella continua attesa dell’amata che sembra non rientrare mai per la cena romantica organizzata in Hotel, passeggia per la vecchia città immerso nei ricordi, costretto a partecipare al Party annuale organizzato dalla madre, incontrerà per caso un’amica di vecchia data grazie alla quale inizierà ad analizzare il rapporto con la fidanzata.

Nel complesso il film si lascia guardare, non sarà candidato all’Oscar come “Il capolavoro dell’anno” ma può essere buon compromesso per passare una piacevole serata tra cinema e aperitivo in centro.

I protagonisti

Con: Timothée Chalamet, Elle Fanning, Selena Gomez, Jude Law, Diego Luna, Liev Schreiber.

Scritto e Diretto da Woody Allen