Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Un cartoon per spiegare il COVID19 ai bimbi

Per comunicare coi bimbi , occorre saper parlare il loro linguaggio – Foto Moteoo

Come spiegare il COVID a i bimbi? Con il linguaggio dei bimbi: i Cartoon. Come spiegare la necessità di rimanere chiusi in casa e i pericoli che si corrono a causa del Coronavirus ad un bambino, magari vostro figlio?

I Cartoon se preferite i cartoni animati

Visto l’oramai periodo prolungato di quarantena in cui ci troviamo, sicuramente è un aspetto che tutti i genitori hanno già dovuto affrontare in qualche modo, dovendosi anche impegnare facendo fronte alle eventuali proteste e pianti dei bimbi più volenterosi nell’andare all’asilo.

Genova ancora protagonista contro il COVID19

Tuttavia, il Comune di Genova in collaborazione con il Lions e la Protezione civile regionale, hanno appena prodotto e pubblicato un cartone animato destinato proprio ai più piccoli.

L’idea è partita proprio dalla Protezione civile regionale e dal suo delegato, Sergio Gambino, trovatosi appunto nella necessità di dover spiegare ai propri figli la situazione ed i pericoli legati alla attuale pandemia. Da lì, grazie alla collaborazione con una amica, ha preso inizio la creazione di una storia di fantasia.

Martina e gli amici cartoon

Martina, la bambina protagonista, insieme ai suoi amici pupazzi, capito quanto sta succedendo, spiegherà agli altri bambini cosa possono fare per battere il virus. Non senza l’aiuto degli eroi in divisa e camice. Si tratta di un “corto”, circa una trentina di tavole con personaggi in stile Hanna & Barbera (produttori di Tom e Jerry, Braccobaldo, Yoghi e molti altri). Scene e soprattutto il linguaggio è stato reso il più adatto possibile ai più piccoli. Il cartone è stato animato grazie alla Motion Graphic, per una durata di circa due minuti e mezzo.

Sebbene infatti la campagna mediatica sia stata piuttosto (giustamente) onnipresente, assumendo formati diversi – dalle immagini, ai video, spot pubblicitari e quant’altro – è mancata in effetti una comunicazione adatta ai bambini. O comunque, una varietà più ampia di strumenti e mezzi che riprendessero il loro linguaggio per renderli parte della prevenzione, tramite le misure contenitive. Un prodotto non solo a portata di bambino, ma ideato in modo efficace per quelli di oggi, già pratici – spesso – nell’utilizzo base degli strumenti moderni come gli smartphones.

Il video su YouTube

Il video è disponibile gratuitamente, cliccando qui su YouTube e in automatico sarà possibile vederlo sottotitolato nella lingua desiderata e per i sordomuti. Questa possibilità servirà alla sua massima diffusione anche a tutte le comunità straniere presenti sul territorio genovese e ligure. È inoltre possibile trovarlo sulle varie pagine del Comune di Genova, presenti su tutti i maggiori social. Lo sforzo di produzione e post produzione è stato notevole, vista la difficoltà del dover realizzarlo in tempi brevi e tramite lavoro a distanza. Il video completo è in effetti molto essenziale, adatto alle possibilità di attenzione dei bambini sia a livello di immagini che di ritmo. Ci sono anche dei tributi a Genova (come ad esempio la Lanterna sullo sfondo di una delle scene), mentre il pupazzetto Leone, rimanda al Lions, che è stato partner chiave per la sua realizzazione.