Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Tajine: La pentola per un tocco in più alle ricette speziate

Le Tajine

Tajine la pentola

Sul nome Tajine è doveroso fare subito chiarezza. Con questo termine ci si può riferire sia alla pentola tradizionale del Nord Africa, sia alle ricette che si preparano al suo interno. A partire dalla sua forma conica e dal design privo di manici o impugnature, si intuisce che non stiamo parlando del classico tegame da cucina. È immediato chiedersi il perché di questa scelta “stilistica” e la risposta si può facilmente trovare comprendendo meglio come va utilizzata una Tajine in cucina.

La particolarità di questa pentola di ceramica risiede nel metodo di cottura dei cibi: essa è composta da due parti, un grande piatto alla base ed un coperchio conico con un foro al centro. Questa struttura permette ai cibi di cuocere attraverso l’umidità che è trattenuta all’interno del cono che, allo stesso tempo, dall’apice libera quella in eccesso. Viene quindi effettuata una cottura mista che mantiene tutti i sapori e gli aromi che continuano ad arricchire le pietanze racchiuse all’interno della Tajine per tutta la preparazione.

Tradizionalmente questi tegami erano poggiati su braci ardenti per lungo tempo, per dare la possibilità ai cibi di cuocere lentamente.

Oggi le Tajine sono equipaggiate con dei fondi metallici (il classico spargifiamma) per essere utilizzate più facilmente sui fornelli evitandone la rottura a causa del calore.

Tajine ricette

Tra le ricette più comuni troviamo ad esempio la Tajine di Kefta, tradizionali polpette marocchine di carne di agnello o manzo (o entrambe) aromatizzate con spezie, cotte nella tradizionale pentola con sugo di pomodoro e uova; Tajine di Mrouzia, carne di agnello addolcita con miele, prugne e mandorle, servita solitamente su un letto di cous-cous; Tajine di Mqualli, Pollo alle olive e limone.

Se si vuole sperimentare la cucina con una Tajine, ci sono delle piccole accortezze da seguire: prima di tutto è necessario procurarsi un frangifiamme per evitare che la pentola in ceramica si surriscaldi e si rompa. Nella scelta della ricetta bisognerà tenere a mente che questa modalità di cottura predilige prodotti contenenti molta umidità o succhi, in alternativa è sempre meglio aggiungere mezzo bicchiere d’acqua all’interno dalla Tajine insieme agli alimenti prima di metterla sul fuoco.