Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Stalking un reato odioso e vile. Denunciare per fermarlo

Stalking - donna in catene
Mai più stalking – By E. Aikurt

 Il significato di Stalking

Lo stalking è un altro termine in inglese. Potrebbe sembrare una forzatura esterofila, in realtà invece è molto importante sia così. Una parola breve, concisa e riconosciuta in tutto il mondo, può salvare più persone e evitare vittime, perché immediatamente identificabile da chiunque e ovunque.

Le violenze psicologiche di cui abbiamo già parlato, come il gaslighting e il catcalling talvolta possono sfociare in stalking. Questa espressione indica una serie di atteggiamenti intimidatori e persecutori nei confronti di un’altra persona. Crea un senso di ansia e di paura ed è così psicologicamente forte, al punto tale da compromettere il regolare svolgimento della vita quotidiana di chi subisce.

Sono tre le tipologie di stalking

Le modalità in cui si manifesta principalmente sono tre:

  • Comunicazione indesiderata
  • Contatto indesiderato
  • Comportamenti associati

La comunicazione indesiderata

La comunicazione avviene mediante messaggi scritti o verbali. Tramite mail, sms, chiamate, biglietti lettere etc. Il tutto replicato in maniera ripetuta ed intrusiva, sia in forma diretta, oppure anche attraverso il vile “impiego” della cerchia di amici, parenti e colleghi.

Il contatto indesiderato

Il contatto indesiderato ha l’obiettivo di avvicinare la vittima, di perseguitarla attraverso appostamenti e inseguimenti, facendosi trovare nei luoghi che frequenta, anche sul posto di lavoro e nelle immediate vicinanze dell’abitazione.

 I comportamenti associati

Tra i comportamenti associati invece, è possibile collocare quella serie di situazioni per cui lo stalker cerca di danneggiare la vittima utilizzando i suoi dati, la carta di credito e quant’altro a sua disposizione e tutto ciò a mero scopo intimidatorio. Talvolta non potendo arrivare direttamente al perseguitato, minaccia i suoi parenti e le sue amicizie più care, sempre con lo scopo unico di riuscire a ottenere quello che desidera.

Il profilo dello stalker

Lo stalker è identificabile tra ex fidanzati/e mariti/mogli, colleghi, amici e talvolta anche sconosciuti. Secondo recenti statistiche Istat comunque la percentuale degli autori di stalking sono maschi in percentuale superiore all’85%. Nella maggioranza dei casi, questo reato si verifica tra ex che non accettano la decisione della separazione e che di conseguenza attuano questi atteggiamenti.  Talvolta allo scopo di intimidire, altre volte per cercare di recuperare la relazione.

Alcuni dei pericoli connessi allo stalking e cosa fare

Le vittime di questa pratica snaturalizzano la propria quotidianità, manifestano sintomi psicosomatici e angosce di varia natura. Nella maggior parte dei casi non ne parlano con nessuno per paura, vergogna o per non destare preoccupazione ai propri cari. Fortunatamente dal 2009, lo stalking è stato introdotto nell’ordinamento giuridico della legge italiana come punibile con la reclusione da 1 a 6 anni e mezzo.

Se siete vittime di stalking denunciatelo alle autorità competenti e rivolgetevi a un centro antiviolenza per riprendere in mano le redini della vostra vita e riacquistare autostima e fiducia.

Il numero nazionale 1522 per qualsiasi supporto di tipo psicologico e pratico è attivo 24 h su 24