Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Sonego vince a Cagliari e sogna il Toro come sponsor

Sonego - Sonego e Cairo
Lorenzo Sonego e il Presidente del Torino Urbano Cairo

Lorenzo Sonego

Sonego ha appena vinto il prestigioso torneo ATP di Cagliari, aggiudicandosi la finale 2-6, 7-6, 6-4 contro il serbo Laslo Djere in una finale combattutissima. Djere era il campione in carica. Sonego non molla mai, lo chiamano infatti “polpo” perché pare abbia più di due braccia e due gambe. Arriva ovunque sul terreno di gioco. Anche su quello rosso di Cagliari oggi, in un match condotto con la grinta del campione.

È ormai al ventottesimo posto nel ranking mondiale. Scusate se è poco e scusate se è poco, anche il fatto che ci sono altri tre fuoriclasse italiani della racchetta, nella classifica dei Top 30. Matteo Berrettini al posto numero 10, Fabio Fognini il marito della bella ex campionessa Flavia Pennetta che aveva raggiunto a suo tempo la posizione 6 e che si posiziona al diciottesimo gradino. C’è poi il ragazzino, si quel fenomeno che ragiona già da grande e risponde al nome di Jannik Sinner. Mamma mia che soddisfazione, dopo la valanga rosa nello sci e la fantascientifica Luna Rossa. Se vinciamo pure gli Europei di calcio, mi sa che battiamo anche il maledetto Covid.

Sonego il polpo

Ma questi ragazzi dello sport, uomini e donne, non sono solo dei campioni in grado di fare sognare l’intera penisola italica e di cancellare almeno per poco, tutte le divergenze. Sono, ragazzi e ragazze naturalmente, speciali. Hanno dei valori morali fortunatamente, veri, forti, inossidabili. Soldi si, successo si, ma anche un cuore che “batte forte sempre”, come dice una nota pubblicità. L’esempio è proprio Lorenzo Sonego: il polpo.

Cuore Toro  

Sonego - Bandiera
Il vessillo Granata – By Jorono

Il campione ha un cuore tinto di Granata, del colore della squadra più leggendaria della storia, di quei campioni, che solo il destino, impietoso seppe fermare, facendo schiantare quell’aereo che li trasportava a casa, contro la Basilica di Superga. Li perirono tutti, ma da quel giorno nacque la leggenda Granata. Riconosciuta e onorata in tutto il mondo e quei campioni divennero per sempre “gli Invincibili”. Bene Sonego ha un sogno nel cassetto. Farsi sponsorizzare dal Toro, dal presidente Urbano Cairo, notoriamente un po’ restio a questo genere di cose. Pensate esistono ancora le “bandiere” e il tifo rimane un segno, con tutti i suoi limiti magari, che esistono ancora valori che fanno vibrare le corde delle emozioni. Noi pensiamo che il patron di RCS e del Torino calcio, potrebbe compiere un bellissimo gesto verso Sonego e i tifosi e compiere nel contempo un’ottima operazione di marketing e comunicazione.

A proposito Urbano, se non lo sa c’è già un precedente.  Il tennista spagnolo Roberto Bautista Agut ha firmato, nel luglio 2020, un accordo di sponsorizzazione con il Villarreal. Così come citato nella rivista tutta Granata Toro.it.