Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Saremo a Sanremo ecco la terza parte

Per raggiungere Sanremo a piedi bisogna stare attenti a non forzare troppo

Ecco la terza puntata del viaggio chiamato “Saremo a Sanremo”. Per chi avesse perso la prima eccola qui, per chi avesse perso la seconda eccola qui, per chi vuole seguire la terza… beh basta leggere sotto.

L’ospitalità ligure

Un’altra mansione che ho svolto, ma senza l’aiuto di alcunché, è stata quella di chiedere anticipatamente ospitalità agli albergatori liguri, cosa che credevo ostica ma che s’è rivelata molto più semplice del previsto. Molti hotel in inverno rimangono chiusi, ma quelli aperti sono funzionanti e molto ospitali, e questo mi ha convinto a prendere in considerazione, per il futuro, una vacanza invernale in giro per la mia bella Liguria.  

Gli angeli esistono 

Certo, la mia scommessa non sarebbe mai stata vinta se non avessi avuto un angelo, e qui vorrei spendere qualche parola affinché qualcuno creda che pure a me, come a San Paolo, è capitato di essere folgorato sulla via di Damasco.

Ebbene sì, tra le cose che ho imparato in questo viaggio c’è questa: gli angeli esistono. Ne ho avuto uno coi baffi al mio fianco per otto giorni, senza un tentennamento o un’irritazione nei confronti di un vecchio rompipalle, ipocondriaco e incontentabile quale sono. Angelo ha fatto esattamente quello che aveva promesso di fare, ossia ha accompagnato con la sua auto tutti i nostri bagagli, scatole con i cd, microfoni, casse ed altre diavolerie.

E poi vorrei parlare un momento di Max, Max Gaggino è il personaggio dell’ultimo minuto, quello che non ti aspetti e che cambia le carte in tavola. Tutti sono stati fondamentali per la riuscita dell’avventura, ma senza un documento filmato è come se questo viaggio non fosse mai esistito. 

Il pacco

Il pacco : tipico regaluccio da amico

E dire che quattro giorni prima della partenza stava per tirarmi il cosiddetto pacco!

Infatti, dopo esserci accordati al telefono sui vari dettagli, il 29 gennaio ricevo un messaggio che testualmente dice: Senti, sto solo aspettando un cliente perché forse mi arriva un lavoretto da fare la settimana prossima. Sinceramente spero di no, ma se arriva, ahimè, devo farlo. Gli ho chiesto di confermarmi entro stasera. Ti dico subito.  

Spazientito e disorientato (no, disorientato no, avevo già deciso di suicidarmi buttandomi sotto il 18 barrato), gli ho subito scritto: Ma io sono fermo da 10 giorni sapendo che saresti stato disponibile…

E lui: Mah, Carlo, mi sembrava che ne dovessimo parlare, mi dispiace molto se sei rimasto fermo, da quanto ci eravamo detti era tutto molto sul forse… comunque aspettiamo fino a stasera perché se non conferma è tutto ok.

Un barlume di speranza

Quindi alla fine del messaggio, si presentava un barlume di speranza, un’apertura. Così ho cercato di allettarlo con un: Ora ho appuntamento con l’assessore alle politiche per lo sviluppo del turismo (ma era vero) e domani ne vedo uno della Regione (un appuntamento non confermato, ma tutto fa), può diventare una roba importante anche dopo la camminata verso il Festival.   

Uscito dall’incontro con l’assessore Paola Bordilli scrissi: Ho parlato con l’assessore comunale Bordilli e ci ha proposto (“ci” ha proposto, non “mi”, qui sto cercando di tirarlo dentro comunicando tra le righe che il progetto è anche suo. Sono o non sono una brutta persona?) di reclamizzare il pesto. Domani mi telefonerà Berrino, l’assessore regionale. Secondo me c’è la seria possibilità che entrino soldi (e pure la seria possibilità che non entrino, come sempre…) se per quel lavoro puoi temporeggiare… e comunque stasera fammi sapere.  

Molto più tardi, alle 22:23 ecco il messaggio tanto atteso: Carlos Deneis, facciamola sta pazzia. Mandato a cagare il cliente (qui probabilmente è il cliente che ha mandato a cagare lui, ma nel gioco delle parti ci può stare).

L’ufficialità su Facebook

Dopo altri sms su come incontrarci, Max mi scrive: Posso renderlo ufficiale su Facebook?

E così…

Camminerò da Genova a Sanremo a piedi. Sono 146 km in otto giorni, e lo farò con il comico genovese Carlo Denei per promuovere il suo disco. Sono 20 km al dì, durante i quali girerò alcune pillole che posterò online ogni giorno, fino ad arrivare (spero non in ambulanza) sabato 10 sul Red Carpet del Festival di Sanremo. Siamo fisicamente impreparati, io conto su un paio di Mizuno bucate del 2008 e 10 kg di adipe extra che userò come fonte di energia, lui lo vedo più tecnico. Partiamo questo sabato alle 11 da Piazza De Ferrari, arriviamo il sabato dopo all’Ariston di Sanremo. Che Dio ci aiuti. Amen. Ciao.

Ho conosciuto diversi Max, ma uno che s’affida al Padreterno mi mancava. Forse questa sua smisurata fede l’ha acquisita in Brasile, dove ha vissuto gli ultimi dieci anni lavorando come regista, montatore e creatore di videoclip pubblicitari e musicali. Da pochi mesi è tornato a Genova perché, dice lui, laggiù gli mancava il freddo e i disagi dell’inverno ligure. Se le cose vanno come prevede Meteo.it, Max si toglierà la voglia.

Il meteo

Purtroppo il tempo previsto per la settimana entrante non è dei migliori; vedo le nuvole che si stanno organizzando e, contrariamente alla poesia di De André, non mi lasciano una voglia di pioggia. Sono preparato, almeno su questo non ci piove. Mentre ero da Decathlon a rifornirmi di mantelle e parapioggia di ogni tipo, un mio caro amico al telefono m’ha spiegato che non devo temere di raffreddarmi, cadere malato e morire, perché nel mondo la maggior parte dei decessi è causata dalle zanzare, che in questo periodo sono assenti. Un’altra importante causa di morte in viaggio, dice l’amico, sono i fulmini e poi gli squali; insomma, è il suo modo per incoraggiarmi.

Ecco le tappe di avvicinamento a Sanremo

Prima di incominciare con la lettura di codesto diario vorrei rendervi partecipi delle tappe che ci porteranno, entro sabato pomeriggio alle 15, in quel di Sanremo. Ecco la tabella che avevo preparato per Angelo, Max, Maurizio e chi me l’avesse chiesta solo per seguirci sui social.

Sabato 3 febbraio ore 11.00   

presentazione del Cd Via del Campo 29 rosso  (Museo De Andrè)

GIORNO           PARTENZA       ARRIVO            KM                    ORE                  NOTTE           ESIBIZIONI

Sabato   3 Ore 14:30 De Ferrari Genova Sestri Ponente  11.0 2.30 CASA Negozi a sampierd. e Sestri P.
Domenica 4 Ore 09:00 Sestri Ponente Cogoleto 22.0 7.00 HOTEL LA TORRE negozi Pegli Voltri concerto ad Arenzano e Cogoleto
Lunedì 5 Cogoleto Celle      12.5 3.00 HOTEL SAN MICHELE Un negozio
Martedì 6 Celle      Spotorno 19.5 4.00 HOTEL CORALLO negozi in centro Serata al Noodles
Mercoledì 7 Spotorno Finale Ligure  12.0 3.00 HOTEL MEDUSA Serata bar VANGOOGH
Giovedì 8 Finale Ligure  Albenga 21.0 5.00 PALAZZO AL MARE B&B Concerto al auditorium San Carlo
Venerdì 9 Albenga   Diano Marina     23.0 6.00 HOTEL VIRGINIA Riposo
Sabato 10 Diano Marina Sanremo 31.0 8.00 HOTEL CASA DI EMA RED CARPET e interviste
Domenica 11 Sanremo Sanremo 0 0.00 CASA Riposo!

E dopo questa tabella vi do l’appuntamento a venerdi prossimo per la partenza vera e propria