Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

Pet Designer la nuova professione dedicata agli animali

Pet Designer

Pet designer: in aula
Al Politecnico nasce il nuovo corso per diventare Pet Designer

Una volta si diceva architetto, poi interior designer e ora ecco una nuova specializzazione dedicata agli animali domestici che promuove una nuova professione, quella di Pet Designer!

Al Politecnico di Milano è nato un nuovo corso di specializzazione.

Un corso per professionisti, operatori, realtà della pet-industry e dell’hospitality; per tutti coloro che vogliono realizzare spazi e prodotti capaci di facilitare la convivenza fra animali domestici ed esseri umani. Un programma formativo che coniuga medicina veterinaria comportamentale, progettazione architettonica e User Centered Design”.  Così cita il loro sito web.

I dati di diverse fonti accreditate come FEDIAF (Federazione Europea del Pet Food) indicano un incremento del numero di animali da compagnia nelle case di italiani ed europei. Euromonitor ha stimato, nel 2022, la presenza di 64,95 milioni di esemplari, di cui quasi 19 milioni fra cani e gatti (questi ultimi sono ormai più di 10 milioni). Solo in Europa, gli animali domestici sono più di 230 milioni. Per questa ragione, spazi e prodotti oggi devono essere pensati anche nell’ottica di migliorare la qualità del rapporto fra esseri umani ed animali da compagnia.

Il corso in Pet Design

Il corso in Pet Design è il primo in Italia e in Europa a porsi quest’obiettivo, a gettare le basi concettuali per creare ambienti più inclusivi unendo l’aspetto di cura, comfort e benessere del sistema etero-specifico all’interno di contesti costruiti”, ci informa la direzione.

Il metodo AAES Ambienti e Arredi Etero Specifici© ™ proposto dallo studio The HAD Human Animal Design si fonda su un approccio sistemico-relazionale. “La qualità della vita dell’animale diventa espressione del suo sistema di relazioni e delle caratteristiche del contesto circostante, le soluzioni progettuali sono ispirate ai principi di inclusività, relazione, benessere e design”.

Il corso si divide in varie aree disciplinari:

il design, la medicina veterinaria, la zoo-antropologia, a cui segue una parte progettuale.

Lezioni ed esercitazioni si tengono in giorni e orari che permettono la frequenza anche coloro che già lavorano. Ad esempio, alcuni dei temi affrontati:

  • Progettazione secondo i principi della zoo-antropologia e del design olistico
  • Progettazione in accordo con l’approccio AAES Ambiente e Arredi Etero Specifici© ™
  • Percezione e fisiologia del cane e del gatto, bisogni degli animali domestici
  • Introduzione all’Etologia e casi studio sulla relazione fra ambiente e comportamento animale
  • Casi studio sulla progettazione orientata ai bisogni degli animali domestici
Leggi anche:  Dal primo luglio, il rumore ti salva la vita!

Il post pandemia, insieme anche all’avvento di nuove conoscenze e tecnologie ha imposto a professionisti e manager un problema di re-skilling e up-skilling, quindi di riformulazione delle proprie conoscenze professionali”, ha spiegato Cabirio Cautela, docente di Design Management e amministratore delegato di POLI.design.

Vivere con un cane o un gatto

In effetti, vivere con un cane o con un gatto, o entrambi, come nel nostro caso (Jack cane e Bernie gatto), ha rivoluzionato i nostri spazi di casa.

Bernie adora gli spazi in alto, come mensole, la parte sopra del divano, il tavolo, tunnel e cunicoli dispersi per casa. Mentre Jack adora tappeti in inverno e zone fresche in estate. Devo dire che entrambi amano e si contendono il balconcino che abbiamo, ovviamente protetto da rete a maglia stretta per evitare che Bernie spicchi “il volo” seguendo il suo istinto felino.

Bernie poi adora graffiare il divano e le poltrone, ed in epoca recente, ho rivestito tali zone con un materiale di rinforzo. Devo ammettere che i tiragraffi per gatti non sono molto amati in questa casa! Anche la sua cassettina con la sabbia per i bisogni occupa lo spazio vitale tra lavandino e bidet, siamo italiani ed il bidet lo adoriamo.

Mentre Jack ama alla follia bere l’acqua fresca dal bidet prima di uscire di casa.

E voi avete stravaganze da raccontarci legate ai vostri Animali domestici?

Verified by MonsterInsights