Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

Palazzo Reale ospita Giorgio De Chirico

De Chirico – L’enigma di Una Giornata 1914

Palazzo Reale dedica una grande mostra a Giorgio De Chirico. Milano è sempre attenta ai grandi della cultura e agli uomini illustri che hanno lasciato il segno nella storia italiana. Solo pochi giorni fa si celebrava al Teatro la Scala il centenario di Paolo Grassi, che ha fatto la storia del teatro in tutte le sue forme artistiche.

Palazzo Reale e De Chirico

Palazzo Reale – visita alla mostra di De Chirico

Dal 25 Settembre al 19 Gennaio, nell’ambito delle celebrazioni internazionali dedicate a Giorgio De Chirico (al secolo Giuseppe Maria Alberto Giorgio de Chirico – ,Volo, 10 Luglio 1888 – Roma, 20 Novembre 1978) una grande mostra al Palazzo Reale di Milano che racconta uno degli artisti più controversi e poco amati dalla critica del tempo.

Una grande esposizione che conta opere provenienti da tutto il mondo, dal Metropolitan Museum of Art di New York, alla Tate Gallery di Londra, dal Centre Pompidou di Parigi a numerose collezioni private e Musei Italiani quali l’adiacente Museo del ‘900, il GAM di Torino o la collezione Peggy Guggenheim di Venezia.

Un percorso lungo e complesso si snoda tra le sale a lui dedicate di Palazzo Reale raccontando l’artista dagli esordi in chiave mitologica alla scoperta della pittura metafisica tanto cara ad altri autori di spicco del panorama europeo quali Dalì e Magritte.

Il pittore delle “Piazze d’Italia”

Le Muse Inquietanti 1950

Il pittore delle “Piazze d’Italia” fu definito, per questo suo modo di raccontare tramite la pittura e il disegno lo spazio circostante e le figure in esso contenute (quasi sempre statiche) creando una sorta di “Piazza ideale” espressione dell’arte metafisica che mescola elementi di antico e moderno in perfetta fusione tra loro.

Leggi anche:  La Scala ricorda Paolo Grassi. Nasceva cento anni fa

Ma Giorgio De Chirico non è solo pittura, è arte vera e molto altro ancora.

Un artista completo

Un artista completo capace di esporre i propri capolavori in breve tempo alla biennale di Venezia, di collaborare con le più prestigiose riviste di moda americane (Vogue Arper’s Bazaar), di realizzare decorazioni di interni alla Decorator Picture Gallery di New York in collaborazione con Pablo Picasso e Henry Matisse, di scrivere per importanti riviste e quotidiani italiani fino a trasformarsi in vero e proprio scrittore con l’opera “Hebdomeros”, la più famosa.

Una mostra straordinaria che concede all’occhio attento di chi la affronta una visione globale di questo poliedrico artista e della società del ‘900 forse poco preparata a un impatto così forte e diverso del mondo artistico.

Si consiglia la visita in gruppo guidato per poter assaporare fino in fondo questa straordinaria mostra.

Palazzo Reale di Milano dal 25 Settembre 2019 al 19 gennaio 2020.