Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

Mondiali di Rugby 2023: i Supplenti Decisivi

Oggi Coach Gianluca Veneziano ci spiegherà i Supplenti Decisivi e anche se dell’Italia non avremmo voluto scrivere, siamo costretti a farlo per dovere di cronaca. L’Italia dopo la pesante sconfitta con la Francia e quella precedente con la Nuova Zelanda, è fuori dai mondiali. La consolazione, anzi direi la buona notizia è che gli Azzurri si sono qualificati per il prossimo Mondiale in Australia del 2027. Da domani e fino a domenica, entrano in gioco i quarti di finale. Sotto pubblichiamo la tabella riepilogativa fino alla finale del 28 ottobre allo Stade de France alle ore 21 e la classifica finale del Pool A dell’Italia. L’unico gioco che possiamo fare è quello di puntare anche noi al nome della squadra vincente, come ha fatto OPTA che vede favorita ad oggi L’Irlanda, anche se la Francia padrona di casa è appena dietro nei pronostici di un niente. Nuova Zelanda e Sud Africa però, sono lì anche loro. Magra consolazione, ma il Rugby è sport vero e noi ci appassioniamo ugualmente e in questo caso poi, con il “dovuto distacco”. Fate come noi “Guardate e fateci caso”!

Tabella riepilogativa

I Supplenti decisivi

Con questa rubrica vogliamo incuriosirvi e “mandarvi” direttamente ad osservare alcune particolari situazioni di gioco e non, quindi sia che siate davanti alla TV o meglio per voi in uno degli stadi Francesi “guardate e fateci caso”.

Supplenti: I supplenti decisivi
Se guardate il mondiale fateci caso…ai Supplenti Decisivi

Le panchine sono sempre state importanti, ma in questo mondiale stanno avendo un ruolo ancora più fondamentale rispetto al passato.

Guardando le partite noterete che ogni squadra, in base al suo stile di gioco e l’avversario che incontra crea il suo set di riserve in base al piano di gioco, analizzando profondamente la tipologia di ruolo. La formula più usata fino ad ora è stata quella di portare cinque uomini di mischia (*1) e tre ¾ (*2) o sei e due.

Leggi anche:  Il museo di Viterbo. Tanti tesori in un percorso lungo secoli

La qualità delle riserve risulta essere sempre più determinante infatti le squadre che hanno come si usa dire “grande profondità” (un numero elevato di giocatori di qualità), hanno l’opportunità di gestire al meglio i cambi scegliendo i sostituti ideali, che entrando in campo riescono molte volte a fare la differenza.

In alcuni ruoli specifici le sostituzioni sono programmate prima che inizi il match e difficilmente vengono modificate le scelte in base all’andamento della partita se non per un infortunio.

I giocatori di prima linea, principalmente i piloni (*3) giocano 50/60 minuti e vengono sostituiti, con chi subentra che nei restanti 20/30 può dare un contributo importante per la sua squadra vincendo il duello fisico con il diretto avversario.

Anticamente nemmeno si calcolava il numero di riserve, semplicemente se usciva qualcuno perché si faceva male entrava qualcun altro.

Altre epoche, per adesso, per questo mondiale…

La Pillola (prima la Legenda)

*1 – I giocatori di mischia chiamati anche “avanti”, sono quelli che vestono la maglia dalla n1 alla n8. I più pesanti e forti che giocano le fasi statiche; mischie ordinate e rimesse laterali.

*2 – I 3/4 sono i giocatori dal n10 al n15, i più veloci che utilizzano il pallone conquistato dagli avanti per finalizzare le azioni realizzando punti.

*3 – I piloni sono il n1 e n3 detti sinistro e destro. Sono i due giocatori che uniti al tallonatore formano “la prima linea” cioè i primi tre giocatori che vanno a contatto con gli avversari nelle mischie ordinate.

Guardate chi ho scelto come piloni nel mio 15 ideale maschile e femminile:

Buona osservata, Gianluca.

Jason Leonard: il numero 1
Olo Brown: il numero 3
Phillippa Love: numero 1
Sarah Bern: numero 3

Verified by MonsterInsights