Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Lucca Comics 2020. La fantasia non si può fermare

La fantasia al potere – Foto VViktor

Lucca Comics 2020. Tutto si può fermare. Tutto quello che è materiale, tangibile. Quello che invece è invisibile e appartiene alla sfera della mente o dei sentimenti è intoccabile. Il pensiero è al di sopra di tutto, la fantasia addirittura al piano successivo. La fantasia non ha limiti, non ha confini e non si può fermare. In nessun modo!

Lucca Comics & Games 2020

Potrebbe sembrare eccessivo curarsi di un evento che riguarda fumetti e giochi di ogni tipo (dai videogames ai giochi da tavolo). Eppure si cambia subito idea nell’apprendere cosa il Lucca Games sia diventato nel corso degli anni, anche solo a livello di presenze. Era il lontano 1993 quando l’evento debuttò per la prima volta, contando circa 30 mila presenze. Un vero colpaccio per quei tempi, considerando che allora i fumetti erano considerati solo “roba per bambini”. Nel corso degli anni l’iniziativa è cambiata radicalmente, venendo facilitata dalla diffusione di Internet all’inizio degli anni 2000. Una continua crescita di interesse, che ha portato l’edizione 2019 a contare ben 270 mila presenze. Numero mai raggiunto prima. Inoltre, se inizialmente si trattava di un luogo dove comprare e vendere fumetti, gli anni l’hanno evoluta.

Lucca Comics non è solo fumetti

Ora Lucca Comics non è solo fumetti, ma gare di cosplay, anteprime mondiali, partecipazione di autori e disegnatori di fama internazionale. Ecco perché dunque, è lecito chiedersi: ci sarà Lucca Comics nel 2020?  La risposta, fortunatamente è sì, ma con molte novità. Gli organizzatori hanno saputo trasformare le difficoltà create dalla situazione Covid in novità accattivanti. Ecco le principali.

Lucca palcoscenico dell’evento

Lucca sarà comunque palcoscenico dell’evento. Mantenendo le distanze di sicurezza, ed investendo risorse importanti affinché tutti possano essere sicuri, la città ospiterà ancora l’evento. Le varie iniziative saranno dislocate in modo diverso dal solito, riadattando gli spazi alle necessarie misure prescritte dal DPCM vigente. Gli ingressi saranno, quest’anno più che mai, tassativamente consentiti solo tramite biglietto. Nel corso delle settimane saranno definiti i particolari, di una strategia coraggiosa ed innovativa. Come ci si aspetterebbe in effetti da persone avvezze alla fantasia e al non arrendersi alle difficoltà.

Il lato digitale

Espansione del lato digitale. Tramite una piattaforma ad hoc, sarà possibile partecipare a molte – se non tutte – le conferenze, presentazioni ed anteprime – anche da remoto. Si prevedono possibilità di creare appositamente abbonamenti premium o on demand al quale sottoscriversi, potendo godere di molti contenuti dell’edizione 2020 senza lasciare la propria casa. Scelta molto importante e di grande sensibilità, che vuole andare incontro a chi per motivi logistici non riuscirà a viaggiare. Oppure a chi ancora non si sente sicuro a stare troppo in giro, magari in una città diversa dalla propria.

Importanti partnership

Partnership con RAI e RAI RADIO 2. La radio nazionale scende in campo per sostenere il più grande evento nazionale dedicato al mondo dei comics ed oltre. Stessa cosa per la TV nazionale, che si farà trovare tra le vie di Lucca per documentare l’edizione 2020. Cosa mai successa prima e che senz’altro vuole lanciare un segnale di interesse verso i mondi della fantasia molto forte. D’altro canto bisogna considerare il successo degli ultimi film dei supereroi Marvel, dell’ultima trilogia di Star Wars e dei suoi vari spin off. Successo attualmente in mano alle piattaforme di streaming digitale. La RAI dunque, dimostra un ottimo acume strategico, che potrebbe aprire verso scenari interessanti.

I Campfires

Ultimo ma non per interesse: i Campfires. “I fuochi da campo”, consistono nel portare Lucca Comics in tutte le città d’Italia, tramite le fumetterie che aderiranno all’iniziativa. Editori e autori potranno essere presenti, lanciando le loro iniziative dai negozi stessi, che avranno comunque un filo diretto con l’evento principale a Lucca. Ci sarà anche la creazione di una rete di collegamento tra i vari “Campfires”, che potranno comunicare tra loro ed interagire. Più informazioni al riguardo possono trovarsi qui. Massima flessibilità quindi, per una iniziativa coraggiosa e che non ha voluto arrendersi o rimandare semplicemente al prossimo anno.