Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

Lorenzo Santangelo “l’Arancio” vince e convince

Lorenzo Santangelo - L'Arancio
La copertina de L’Arancio

Lorenzo Santangelo e l’Arancio

Ripartiamo da Lorenzo con il suo “Arancio”. Volutamente detto, scritto e cantato con un errore di italiano. Si perché in realtà sarebbe corretto dire, scrivere e cantare l’arancia. C’è una ragione però, bella e romantica. Innanzi tutto è dedicata al nonno, con cui Lorenzo Santangelo ha sempre avuto un legame indissolubile che continua al di là della sua assenza da questa madre terra, ormai avvenuta da anni. Ma ce n’è un’altra di ragione: il dialetto. Si, questa lingua che traccia inevitabilmente il DNA di ognuno di noi, che quando ci riappare così all’improvviso nei ricordi è capace di provocare emozioni in larga scala, provenienti tutte direttamente dal cuore.

Nasce L’Arancio

 È così che nasce la canzone” L’Arancio”, un immaginario monologo del nonno, che del dialetto fece la sua lingua principale. Non è una canzone che fa trendy dichiara lo stesso cantautore “è una canzone un po’ strana, non ha la classica struttura strofa/ritornello e di sicuro non strizza l’occhio alla moda”. Ma colpisce aggiungiamo noi. Lo fa a tal punto che Lorenzo proprio con questo brano, ha sbaragliato la concorrenza di ben 1300 partecipanti, aggiudicandosi la prestigiosa vittoria nella XX edizione del premio Fabrizio De André, Il 12 gennaio a Roma. Giusto suddividere il premio con Riccardo Cherubini che ha accompagnato live Lorenzo e con Sandro Paoli produttore e arrangiatore del pezzo. “Fabrizio De André ci ha lasciato un patrimonio inestimabile e vedere il mio nome associato in qualche modo al suo mi mette i brividi!” Questo il primo commento a caldo del vincitore.

CLICCANDO QUI PUOI ASCOLTARE l’ARANCIO

Conosciamo un po’ di più Lorenzo Santangelo

Lorenzo Santangelo è nato a Roma. Studia e conosce il pianoforte da quando aveva 4 anni.

Ha frequentato il conservatorio di Santa Cecilia e da lì si appassiona ai grandi cantautori fino a cominciare a scrivere e cantare anche lui. Ha vissuto per sette anni dall’altra parte del mondo, in Australia ottenendo la doppia cittadinanza. Non solo, è anche diventato conduttore radiofonico e ancora oggi collabora con Radio SBS (la radiotelevisione nazionale australiana). La sua trasmissione “Parlando di musica”, ha già raggiunto la centesima puntata. Tra i suoi ospiti Caparezza, Willie Peyote, Tosca, Ron, Eugenio Finardi, Fabio Concato, Simona Molinari, Gio Evan, PFM… “and so on”, scriviamolo in inglese in onore alla terra dei canguri.

Negli ultimi anni ha pubblicato due EP “Canzoni in fuga” e “Respiro” e un Lp “L’ultimo album d’esordio”. Lorenzo è molto disponibile e profondo nell’intervista che vediamo qui sotto. Al di là della musica, a noi di Globe piace scoprire l’altra faccia dell’artista. Lo abbiamo fatto con Valentina qualche giorno fa, lo facciamo oggi con Lorenzo e presto ci risentiremo con altri artisti in rampa di lancio.

NON PERDERTI IL VIDEO CON LORENZO CLICCA QUI

Segui Lorenzo sui social