Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

L’intenso, ma delicato e gradevole profumo della “verde menta”

La menta. Foto di B.Buckley

L’intenso ma delicato e gradevole profumo della verde menta. Dopo aver scritto di origano, cetriolo e ribes, oggi riscopriamo la menta. Prodotti che ritroviamo spesso sulla nostra tavola, ma che conoscere un pochino meglio, ci può essere piacevolmente utile.

 Un po’ di mitologia

Oggi vorrei parlarvi della menta, piccola pianta erbacea perenne, dal profumo intenso delicato e gradevole, cui è associato un mito: Mintha era una ninfa figlia di Cocito, uno dei quattro fiumi dell’Ade.

La sua bellezza e grazia fecero innamorare di lei il dio dell’Averno, Ade, la cui moglie, gelosa della fanciulla, la trasformò in una piccola ed insignificante pianta dai fiori violacei, condannata per sempre a crescere sulle sponde del cocito. Ade non poté riportarla in vita poiché il suo destino si era ormai compiuto, ma ottenne di conferirle una qualità che sarebbe stata apprezzata per sempre: un intenso e gradevole profumo.

Le qualità della menta note da antica data

La menta è conosciuta fin dall’antichità: Cinesi, egiziani, greci e romani ne decantavano le sue proprietà diuretiche e digestive, come cura per i raffreddori e le tossi e come potente afrodisiaco. Presso gli arabi, che apprezzano le qualità rinfrescanti del the alla menta, il dono di un rametto di questa pianta rappresenta un messaggio amoroso.

La menta appartiene alla famiglia delle labiate, genere mentha di cui si conoscono circa 600 varietà data la sua tendenza a produrre ibridi naturali attraverso la nascita di nuove varietà.

Caratteristiche e altre qualità

Come detto, è una pianta erbacea con fusto eretto a sezione quadrangolare leggermente peloso e rossiccio nella varietà menta piperita, un ibrido naturale ottenuto dall’incrocio tra la mentha acquatica e la mentha spicata. È perenne e stolonifera con foglie semplici opposte, lanceolate e ricoperte da peluria e i fiori, di colore violaceo, sono raccolti in cime terminali. Ogni singolo fiore ha forma tubolare e presenta due labbra caratteristiche della specie labiate.

Coltivare le piantine di menta è piuttosto facile. Prediligono le zone poco ombrose e umide. Si moltiplica per talea, cioè da un rametto con le radici prelevato dalla pianta madre e posto nel terreno.

Da notare anche l’olio essenziale di menta largamente impiegato nell’aromaterapia come tonificante del sistema nervoso, digestivo, analgesico e antisettico.

La Ricetta dietetica

Frittatina dietetica alla menta.

Per circa 2 persone.

Basta che vi procuriate una confezione di albume d’uovo: ne esistono di varie case produttrici nei banchi frigo dei vari supermercati. Ogni bottiglietta contiene di solito circa 8 albumi pastorizzati.  Occorrono inoltre 6 – 8 foglie di menta piperita. Un cucchiaino di olio (meglio se extravergine d’oliva), 3 – 4 cucchiai di acqua, una padella antiaderente con un diametro di 24 cm.

Ponete nella padella olio e acqua e mettetela sul fornello. Fate scaldare per circa 1 minuto il liquido in una terrina abbastanza profonda e mescolate con una forchetta gli albumi d’uovo e le foglioline di menta che avrete precedentemente sminuzzato in modo grossolano. Versate il composto nella padella e ricoprite con un coperchio abbastanza largo da permettevi di girare la frittata. Dopo circa 4 – 5 minuti (il tempo dipende da quanto volete dorare il vostro cibo) capovolgete la frittata con l’aiuto del coperchio e proseguite la cottura per altri 4 – 5 minuti. Servite caldo, condito con un pizzico di sale. Buon appetito.