Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Le proprietà del cetriolo: oltre all’acqua c’è di più!

Cetriolo

Le origini del cetriolo

Ciao a tutte, carissime, oggi vorrei parlarvi di un ortaggio piuttosto comune: il cetriolo. Come preannunciato nel titolo il cetriolo è una pianta appartenente alla famiglia delle cucurbitacee la cui provenienza è ritenuta essere indiana. Si stima che le prime coltivazioni fossero ai piedi dell’Himalaya circa 5000 anni fa. In seguito, la coltivazione di questo vegetale fu introdotta nel bacino del Mediterraneo dal popolo egizio. I botanici la descrivono come un rampicante munito di cirri e con numerose ramificazioni, le sue foglie sono palmate e ha fiori senza picciolo, localizzati all’attaccatura fogliare. I frutti (naturalmente sono questi che ci interessano maggiormente), sono definiti peponidi, sono allungati verrucosi, hanno la buccia verde e la polpa biancastra.

I numerosi benefici

Mentre in precedenza dicevamo dell’origano che ama il sole, i peponidi del cetriolo, invece, sono molto ricchi di acqua (circa il 96%), fonte di fibre alimentari. Apportano sali minerali quali potassio, fosforo, manganese e vitamine del gruppo B, vitamina K, vitamina C. Una proprietà estremamente utile di questo frutto è dovuta al contenuto di acido tartarico che impedisce la trasformazione dei carboidrati ingeriti in grassi. Il contenuto calorico del cetriolo si aggira sulle dodici Kcal per 100 grammi.

Volendo definire le altre proprietà fondamentali di questi frutti rileviamo che sono in grado di esplicare attività diuretiche e disintossicanti, antiinfiammatoria, inoltre è stato scientificamente provato che hanno un effetto benefico sulla produzione di insulina da parte del pancreas. In tali frutti sono inoltre contenuti steroli vegetali che aiutano il controllo del colesterolo.

Tra tanti benefici qualche controindicazione deve pur esserci: sono piuttosto indigesti, specialmente la sera, pertanto chi ha digestione difficoltosa, dovrebbe limitarne l’assunzione.

Come cosmetico

Quale nonna non ha utilizzato il cetriolo a fini cosmetici?! Ancor oggi se vogliamo diminuire le borse sotto gli occhi, basta posizionarvi sopra una fettina di cetriolo, sdraiarsi e rilassarsi per circa 20 – 30 minuti. D’altra parte una pelle immacolata era sicuramente l’aspirazione di molte dame: si otteneva l’effetto desiderato facendo una pomata con semi di cetriolo e succo mescolati a farina e latte. Non a caso, oggigiorno, molti prodotti cosmetici hanno come base questi frutti.

In cucina

In cucina sono apprezzati da millenni, chi mai non ha degustato con piacere una fresca insalata di pomodori e cetrioli, magari condita con qualche fogliolina di menta sapientemente spezzettata a insaporire il tutto?

Nelle giornate molto calde, quando anche il cibo diventa qualcosa di pesante, perché non deliziare il nostro palato con una zuppa fredda al cetriolo? Basta procurarsi cetrioli e avocado, sbucciarli e frullarli con brodo vegetale freddo dopo averli tagliati a dadini. Sapore assicurato se al tutto aggiungete qualche fogliolina di menta tritata e accompagnate il vostro piatto con una Julienne di carote crude e peperoni crudi ( consiglio peperoni rossi, anche l’occhio vuole la sua parte).