Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

Il protocollo “C19-screendog” “supera” il test antigenico

Protocollo: Cani rilevazione virus

“C19-screendog”. È ufficiale, sì chiama così il protocollo che potrebbe davvero rivoluzionare la ricerca dei sospetti positivi del più ricercato virus del nostro secolo: la Sars-CoV-2. Nessun test antigenico nuovo. Entra in gioco il cane, questo nostro fedelissimo amico, che sicuramente dimostra di essere parte integrante di ogni famiglio e di poter essere definito unico e insostituibile.

Il Protocollo “C19-screendog”

Protocollo “C19-screendog” è statoapprovato da comitato etico dell’Università Politecnica delle Marche. È dunque ufficiale questa bellissima notizia e sono premiati gli studi e gli sforzi congiunti tra Progetto Serena ASP ed UNICAM. Per la precisione lo studio è stato promosso dalla Prof.ssa Maria Rita Rippo dell’Univpm. Il protocollo è stato ideato dal Dott. Roberto Zampieri, fondatore dell’associazione cinofila “Progetto Serena Onlus”.  “C19-screendog” ha permesso di testare 1251 soggetti e di mostrare una sensibilità dei cani specializzati al rilevamento del Covid19 tra il 98 e il 100% (maggiore rispetto ai test antigienici rapidi che hanno una sensibilità di 87-98%).

I cani preparati da esperti

Risultati davvero eccellenti, anzi eccezionali. I cani, preparati da cinofili esperti, possono rappresentare un valido sistema di screening diretto sulla persona. Così da non ricorrere al prelievo di campioni biologici da far annusare, con specificità e sensibilità comparabile a quella dei test antigenici rapidi. Ricordiamo che nel nostro precedente articolo avevamo scritto ampiamente del Protocollo” C19-screendog” della capacità dei cani riconoscere i soggetti positivi. Se non lo avete letto potete approfondire cliccando su questo link e su quest’altro link per lo studio completo.

Intervista al Dottor Zampieri

Oggi invece abbiamo voluto conoscere da vicino, uno dei protagonisti principali, di questa bellissima pagina italiana. La dimostrazione che l’amore, l’umanità, l’etica, lo studio e il lavoro e l’impegno di tutti può portare a risultati impensabili. Il Dott. Roberto Zampieri fondatore dell’associazione cinofila “Progetto Serena Onlus”, si espresso in termini molto semplici e comunicativi rispondendo alle nostre domande.

Leggi anche:  La Filosofia della Scienza vista in un’ottica diversa

CLICCA per non perdere un solo istante del video che ci svela come il cane riconosce i positivi