Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

Il “BACK HOME” di Lemò è futuristicamente retrò

A ottobre è uscito in radio e in digitale “Back Home” il nuovo singolo

Lemò: cover disco
La Cover del singolo

Lemò il suo singolo

Suoni veri, futuristicamente retrò.” Sono le parole dell’artista per descrivere la musica che ha nel sangue e nelle sue corde, come si dice, magari proprio quelle della sua chitarra. Il singolo appena uscito in radio e su tutte le piattaforme specializzate in musica, precede di poco il lancio del suo primo album che avverrà il 10 novembre. 

Back Home

Canzone molto italiana e ispirata alle sensazioni che hanno suscitato in Lemò, gli ascolti dei suoi autori preferiti. Grandi nomi che hanno messo la firma sulla musica italiana. Il titolo è in apparente contraddizione con quello appena scritto, ma ce lo spiegherà lui direttamente nell’intervista che gli abbiamo fatto e che proponiamo sotto. Contraddizione che potrebbe riapparire nei nostri dubbi, appena veniamo a conoscenza del suo mestiere che ancora fa attualmente, il Magistrato.

Ma se ci ragioniamo, ci accorgiamo che abbiamo forse un po’tutti e meno male, una doppia coscienza o identità, almeno nell’intimo. La vita esterna, quella del lavoro, quella cosiddetta normale, spesso contrasta con il nostro spirito interiore, il nostro altro “io”. Se solo si potesse palesare il bello che abbiamo dentro il nostro animo, anziché le “bestialità” che vediamo quotidianamente vivremmo sicuramente meglio. E Claudio, questo il suo vero nome, nella nostra intervista renderà quasi visibile, il suo animo da cantautore libero e futuristicamente retrò.  

“Back home” è un brano che parla di un amore tergiversato, poi perso per sempre, inaspettatamente; quindi l’ennesimo ritorno, melodrammatico e insincero; ma soprattutto inutile di fronte alla sacrosanta fermezza di lei, non più disposta a temporanei aggiustamenti. Il videoclip di “Back home” è un lyric video con un’ambientazione che richiama atmosfere figlie dei film di Woody Allen, ma anche di Massimo Troisi.

Leggi anche:  I Gemini prima “stallieri”ora pronti a diventare “fantini”

Bio di Lemò

Claudio Paris, in arte Lemó, è nato a Taranto, ma vive a Bologna. Dopo aver lavorato come magistrato per una decina d’anni in Calabria, occupandosi di alcuni dei più importanti maxiprocessi alla ‘ndrangheta, ha deciso di dedicarsi alla musica, la sua grande passione. Fin da adolescente ha imparato a suonare la chitarra e a scrivere canzoni, formandosi grazie all’ascolto dei migliori cantautori italiani come De André, Dalla, De Gregori e Fossati. In seguito si è ispirato anche a Capossela e Gianmaria Testa.

Non perderti la piacevole conversazione con Lemò

Verified by MonsterInsights