Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

I tulipani italiani fioriscono e danno colore nel milanese

Tulipani - un tulipano rosso
La bellezza di un tulipano rosso

I tulipani

I tulipani sono sicuramente associati all’Olanda, ai Paesi Bassi. Se è vero che da noi non c’è primavera senza “la Classicissima “del ciclismo, in Giappone senza l’Hanami dei ciliegi, in Olanda non c’è primavera senza distese multicolori di campi rigogliosi di questi fiori meravigliosi e allegri. Ma attenzione ci sono anche i tulipani italiani!

I tulipani italiani

Tulipani - festa di colori
Una festa di colori

Resterà aperto presumibilmente fino alla fine di aprile il campo di tulipani che da 5 anni saluta con una meravigliosa esplosione di colori l’arrivo della primavera nel milanese. Cinque anni, da quando Edwin Koeman e Nitsuhe Wolanios entrambi olandesi di nascita trasferirtisi nel milanese, hanno deciso di realizzare un tulips u-pick field”. Un campo – giardino con diverse bellissime varietà di tulipani. Aperto al pubblico, dove le persone possono non solo guardare la bellezza della natura, ma possono raccogliere direttamente e acquistare i bellissimi fiori simbolo della terra del popolo “Orange”. Nasce così nel 2017 a Cornaredo, il progetto “Tulipani Italiani”. Il primo grande Tulips u-pick field Italiano.

2 ettari, 450 varietà e un po’ di storia

Altri colori nel campo di Arese

Il primo campo realizzato su due ettari produsse ben 450 varietà di fiori. Il successo, pressoché inevitabile fu immediato. Ripetuto ogni anno è stato successivamente imitato e replicato in diversi posti del nostro Paese. Quello milanese però, resta a tutt’oggi, il più grande finora realizzato, raddoppiando, nella nuova sede, la superficie di coltivazione e aumentando la produzione di tulipani.

Il secondo campo, quello che sostituisce Cornaredo è ad Arese, posto difronte all’area commerciale il “Centro” alle spalle di Villa Ricotti, una delle quattro “ville di delizia” del 1700 ancora in perfetto stato di conservazione.  Nella settimana del FAI, tutte e quattro le ville sono visitabili gratuitamente ed è davvero un’altra imperdibile occasione e esperienza culturale.

Come e quando visitare i “tulipani italiani”

Quest’anno le regole anticovid hanno consentito, con tutti gli accorgimenti del caso totalmente rispettati, di aprire al pubblico rendendo nuovamente visibile il meraviglioso campo colorato. Noi lo abbiamo visitato la scorsa settimana. L’immagine meravigliosa che si è aperta davanti ai nostri occhi è indescrivibile. Tra l’altro parte del giardino è ancora verde essendo stati piantati fiori precoci e fiori tardivi, il che fa ben sperare per le prossime 3 settimane.

Orari e modalità

Il giardino è aperto da metà marzo e resterà visitabile più o meno fino a fine aprile (la fioritura dura circa 6 settimane), anche in caso di pioggia, regalando così un vero e proprio angolo d’Olanda ai milanesi. Per entrare occorre acquistare il ticket su prenotazione, direttamente sul sito Tulipani-italiani.it, che spiega anche le modalità della visita.

Come si svolge la visita

Una volta raggiunto il campo, ci accoglie un membro dello staff che fornisce spiegazioni sul progetto, e sugli obiettivi dell’azienda.

Qui sotto 1 minuto e 33 secondi con il video e le parole di Edwin Koeman

Edwin Koeman che ha creato il primo “tulips u-pick field” in Italia

Lo scopo principale in fondo è anche semplice e corretto. Trasmettere ai visitatori un senso di relax, bellezza, ma soprattutto rispetto e amore per la natura.  Per incentivare questi concetti, è stata attuata una simpatica iniziativa. A chi porterà una scatola di vecchi giornali da utilizzare per incartare i fiori, sarà donato un tulipano in più. Il messaggio che passa è: proteggiamo la natura riciclando la carta e evitando inutili sprechi. Non solo, se durante la raccolta dei tulipani resterà attaccato il bulbo, sarà trattenuto alle casse per poter essere nuovamente selezionato e ripiantato l’anno successivo.

Non resta che munirsi del secchiello disponibile gratuitamente all’ingresso e con un po’ di attenzione e un po’ si sana e piacevole allegria, raccogliere con le nostre mani i tulipani che abbiamo scelto. Nel campo è consento scattare fotografie (immaginate che meraviglia di scatti porterete a casa per ricordo) e taggare volendo in Instagram, il sito di tulipani italiani.