Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

Dimaro e il Napoli, storia di un amore da Champions

Dimaro in Val di Sole

Dodici ritiri in tredici anni grazie ad un intenso rapporto tra Napoli e Val di Sole destinato probabilmente a proseguire anche in futuro, cementato com’è da un legame forte e intenso con questa valle del Trentino. Il popolo azzurro è accorso numeroso sugli spalti dello Stadio Comunale di Dimaro Folgarida ad incitare i propri beniamini per l’ultima sgambata defatigante prima di lasciare quella che lo stesso tecnico Garcia ha definito “il Villaggio Napoli”.

12 anni in Val di Sole per i Campioni d’Italia

I campioni d’Italia arrivarono in Val di Sole per la prima volta nel 2011 e fu quella una straordinaria intuizione dell’allora sindaco di Dimaro Romedio Menghini che, ammaliato dall’idea non scontata di ospitare la marea azzurra dopo l’esperimento di Folgaria 2010, contrattò con Aurelio De Laurentiis lo sbarco del Napoli nel territorio solandro. Poco più di duemila abitanti per questo paese del Trentino che è stato abilissimo a riorganizzare abitudini e strutture per accogliere decine di migliaia di persone che si alternano più o meno regolarmente al seguito della squadra che fu di Diego Armando Maradona.

E in tredici anni è venuto fuori, andando rapidamente consolidandosi, un rapporto strettissimo tra i due popoli che hanno saputo integrarsi alla perfezione fino ad assumere uno i tratti distintivi, caratteristici e i pregi dell’altro in uno scambio culturale che ha dell’incredibile. Così non esiste sulla linea Dimaro-Napoli più il Sud o il Nord dell’Italia ma un sentimento di stima e rispetto reciproci davvero esemplare.

Il ritiro dei record

È stato questo del luglio 2023 il ritiro dei record per la partecipazione complessiva: lo stadio tutto esaurito sia per gli allenamenti che le partite, con l’impianto che ha ampliato la sua capienza a 2.000 posti a sedere grazie alle curve Meledrio. Rimarrà negli occhi di tutti i tifosi la straordinaria partecipazione di tifo in occasione della presentazione della squadra nell’area eventi, con più di seimila tifosi ad accompagnare la festa azzurra, il primo grande evento post scudetto.

Leggi anche:  Layz è “Disturbato”? C’entra il videogioco Silent Hill…

I record di partecipazione sono stati gestiti in maniera impeccabile grazie al piano organizzativo predisposto dalle autorità locali protagoniste di una grande sinergia tra amministrazione Comunale, Apt, Trentino marketing e forze dell’ordine: il dispositivo di isola pedonale, il trenino azzurro, la realizzazione del Napoli Summer Village, il presidio permanente di forze dell’ordine, il supporto di un centinaio di volontari e degli steward privati, l’ampliamento dei posti (fino a circa duemila) per il campo di Carciato.

La soddisfazione dell’assessore al Turismo di Dimaro-Folgarida

Dimaro: Marco Katzemberger
Marco Katzemberger assessore al Turismo di Dimaro-Folgarida e Ilaria Mennozzo di Canale 8

L’apoteosi non la dimenticherò mai – ci racconta Marco Katzemberger, assessore al Turismo al comune di Dimaro-Folgarida e proprietario di strutture alberghiere tra le più accoglienti del comprensorio – con la serata dedicata alla presentazione della squadra, acclamata credo da diecimila persone. Un vero atto d’affetto verso il Napoli ma anche verso Dimaro Folgarida e la Val di Sole mai prese d’assalto come quest’anno. Siamo contentissimi e non vediamo l’ora di ricominciare a lavorare nell’ottica di un nuovo accordo triennale di rinnovo dei patti con il Napoli. Lo scudetto poteva sembrare un miraggio ma non per noi che conosciamo e apprezziamo la lungimiranza di De Laurentiis: insieme riteniamo perfino di valere la Champions”.

Intervista di Ilaria Mennozzo a Marco Katzemberger- tratto dalla trasmissione “Ne parliamo da Dimaro” in onda su Canale 8.

Verified by MonsterInsights