Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Cipolle: odore e lacrime. Si risolve disattivando l’enzima

Odore e lacrime, ma che buone! – Foto Shutterbug75

Le cipolle fanno odore e fanno anche piangere. Però sono buone e si possono cucinare cotte o crude, da sole o come “condimento”. Hanno poche calorie e molti effetti benefici. La soluzione per evitare questi piccole precarietà c’è ed è a portata di tutti.

Le cipolle in cucina

Ciao a tutte, quante volte avremmo voluto cucinare una ricetta che prevedeva l’utilizzo della cipolla?

Ma dopo averci pensato un poco, abbiamo scartato l’idea: le cipolle sono aromatiche ma decisamente troppo per alcuni e quindi potremmo trovarci nella condizione noi stessi o i nostri stessi famigliari non si sopporti l’odore rilasciato da questi ortaggi quando vengono tagliati o cucinati. Aglio, cipolle, scalogno, porro … sono verdure che appartengono al genere Allium.

Fanno odore a causa di una reazione chimica

Quando vengono tagliate si attiva una reazione chimica, grazie ad un enzima, volta a liberare composti solforati dal caratteristico odore. Il bulbo mette in atto un sistema difensivo di specie, libera un pessimo odore che scoraggia l’avversario dall’attaccare successivamente un nuovo bulbo di cipolla.

Come evitare gli aromi troppo forti e procedere con quelle sfiziose ricette che ci sono state suggerite? Basta inattivare l’enzima prima di tagliare le cipolle e in tal senso ci viene in aiuto un elettrodomestico moderno che quasi sempre troviamo nelle nostre cucine: il forno a microonde.

Come disattivare l’enzima

Per disattivare l’enzima bisogna mettere una cipolla, opportunamente posta all’interno di un contenitore (con coperchio) apposito per microonde, nel forno a microonde e riscaldarla.

Usate l’accortezza di tarare bene il timer e la quantità di onde che l’ortaggio andrà a ricevere per evitare che quest’ultimo letteralmente esploda.

Assicuratevi inoltre che all’interno del forno non sia presente alcun metallo (è superfluo sottolinearlo ma…  reperita iuvant) e fate attenzione a non tagliare la cipolla.

In questo modo l’enzima non può liberarsi e verrà inattivato dal calore. Lo stesso risultato si ottiene anche bollendo l’ortaggio ma, il forno a microonde, permette una cottura piuttosto rapida senza assorbimento di acqua.

Una volta cotto, l’ortaggio potrà essere tagliato senza lacrime e senza odore pungente.

Dopo questi suggerimenti “anti odore e lacrime” vi lascio una ricetta saporita.

La ricetta: la torta di cipolle

Gli ingredienti

350 grammi di farina di frumento, 20 grammi di lievito di birra, 600 grammi di cipolle, 200 grammi di olive nere, 5 cucchiaio d’olio, 10 foglie di basilico, quello di Prà è da preferire dato il suo caratteristico aroma, 2 o 3 foglie di salvia, un pizzico di origano, sale e pepe.

Il procedimento

Impastate la farina con il lievito che avrete sciolto in 5 cucchiai di acqua tiepida, (il lievito compie il proprio lavoro se avrete aggiunto all’acqua un pizzico di zucchero e avrete lasciato riposare il tutto per una decina di minuti). Aggiungete all’impasto un po’ di sale e due cucchiai di olio di oliva (se extravergine è meglio). Formate una “palla” di pasta e lasciatela riposare coperta da un telo per circa un’ora. Le cipolle vanno pulite e tagliate, se volete eliminare l’odore pungente potreste procedere con il suggerimento di prima tenendo conto che l’affettatura dell’ortaggio deve essere fatta dopo il passaggio nel microonde). Cuocete le cipolle, in casseruola con ½ bicchiere di acqua e tre cucchiai d’olio, o, passatele prima al microonde quindi affettatele e fatele saltare in padella qualche minuto con l’olio per insaporirle.

Tritate le olive con la salvia e aggiungetele alle cipolle, lasciate cuocere a fiamma bassa per 15 minuti, togliete la padella dal fuoco e aggiungete il basilico tritato, origano, sale e pepe.

Prendete la vostra pasta e stendetela con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia mediamente sottile che dividerete in due parti circolari.

Munitevi di uno stampo rotondo che ungerete con un poco si burro, e rivestitelo con il primo disco di pasta, versate il composto di cipolle e ricoprite il tutto con il secondo disco di pasta. Cuocete il tutto per 40 minuti circa in forno a 180° C.

Diteci come vi sembra e se vi fa piacere, cliccando qui, potete leggere gli altri miei articoli e le altre mie ricette.