Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Celaya ha il record nel mondo ma nessuno vuole batterla

Celaya - Sombreri
Al primo posto Celaya – By Foto – Rabe

Celaya in Messico

La città più pericolosa del mondo si chiama Celaya. Si trova nello stato di Guanajuato, nella parte centrale del Messico, a 260 chilometri dalla capitale. Lo dice il rapporto annuale del Citizen council for public safety and criminal justice, un’organizzazione messicana che si occupa di monitorare il tasso di violenza nelle città del mondo.

La guerra nell’Altiplano messicano

Nel 2020 Celaya ha scalato la classifica a causa della guerra all’ultimo sangue tra due cartelli della malavita, Santa Rosa de Lima e Jalisco Nueva Generación. Dopo l’arresto e l’estradizione, nel 2017, del “Chapo” Guzman (la cui storia è stata raccontata da una nota serie di Netflix) il Cartello di Jalisco ha rafforzato la sua egemonia in quasi tutto il Messico, spodestando il Cartello di Sinaloa. Nello stato di Guanajuato, però, l’ascesa del clan ha trovato ostacolo nella resistenza di un altro Cartello, il Santa Rosa de Lima, specializzato nel furto di carburante e molto radicato sul territorio. Così, da circa due anni, è esplosa la cosiddetta “guerra nell’Altiplano messicano”. Sta facendo centinaia di morti a Celaya e non solo. Un’altra delle città nella top ten delle più violente al mondo è Irapuato, sempre nello stato di Guanajuato.

Ben 7 città messicane nella top ten della pericolosità

Celaya – fino a qualche anno fa famosa soltanto per il cajeta, il suo delizioso dulce de leche – guida la classifica con 109 omicidi ogni 100 mila abitanti. Ma tutto il Messico dimostra di essere diventato un campo di battaglia tra criminali, quasi sempre per il controllo del traffico di droga.  Sono in Messico sette delle prime dieci città della lista, e di queste quattro sono al confine con gli Stati Uniti. La seconda è Tijuana, vicina alla California. La terza Ciudad Juárez, al confine con il Texas. La terza Ciudad Obregón, lo stato di Sonora e la quinta Ensenada, una zona turistica della penisola della Baja California, entrambe situate vicino alla costa occidentale degli Stati Uniti.

La classifica del brivido

Nella top ten, solo tre città non sono messicane. Saint Louis in Missouri negli Stati Uniti (al settimo posto), Feira de Santana in Brasile (al nono posto) e Città del Capo in Sud Africa (al decimo posto). Delle prime 50 città considerate tra le più pericolose al mondo, 18 si trovano in Messico. Altre 11 in Brasile. 6 in Venezuela. 5 negli Stati Uniti. 4 in Sud Africa. 2 in Colombia e 2 in Honduras, una a Porto Rico e una in Giamaica. Il Messico si conferma il paese più violento del mondo. Secondo i dati ufficiali, ci sono state 34.681 vittime di omicidio nel 2019 e 34.552 nel 2020, circa 350 mila in quindici anni. Piaccia o meno meglio la classifica di Sanremo.