Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Beatles Day 2020. È presente tutto il mondo vinile

I Beatles

Beatles Day 2020. Un evento on line che coinvolge tutto il mondo in vinile e Globe Today’s non può mancare a un appuntamento storico così importante.

Beatles e quei dischi di una volta

Se si pensa ai Beatles si pensa subito al vinile, a quei dischi “di una volta” neri – ma alcuni erano anche colorati – che si facevano ruotare su di un piatto di giradischi, appoggiando delicatamente sopra un pick up dal quale scaturiva un suono meraviglioso. E se il vinile di regola era nero, il suo involucro, la copertina, spesso era coloratissimo, variopinto, talvolta d’arte, immaginato e disegnato meravigliosamente da espertissimi grafici, artisti, fotografi…

Il mondo del vinile

Pare quasi un mondo a sé, quello del vinile, fatto di appassionati, collezionisti, impavidi ricercatori, onnivori compratori o precisissimi selezionatori di prime stampe, pezzi unici, tirature limitate, copie firmate da cercare in tutto il mondo, nei meandri più nascosti del web o nelle innumerevoli fiere e occasioni commerciali. Qui s’incontra una fauna piena di passione e anche un po’ orgogliosa per quanto tiene custodito, comprato anni o decenni prima, scambiato, venduto, riacquistato, per quanto magari quel disco introvabile si è apprezzato, è aumentato di valore e non solo affettivo.

Beatles Day 2020

Quanti di loro parteciperanno al Beatles Day 2020, il magico giorno in cui tutti i beatlesiani d’Italia vogliono stare insieme? Probabilmente tanti e potranno soddisfare molte delle loro curiosità o riscontrare le loro conoscenze viniliche nell’intervento che Marco Tesei – giornalista, scrittore, autore per la radio, il teatro e il cinema, speaker di Radio Rai e di tante emittenti italiane, autore del libro “Mondo vinile. Storie, mode e avanguardie musicali in un pick up”, edito da ZONA Music Books – terrà durante la diretta streaming di questa kermesse che riempie di musica, storie, aneddoti e ricordi un’intera giornata dedicata ai Beatles e a chi in quelle canzoni si riconosce.

Beatles Day 2020 è on line

Sono milioni gli appassionati nel mondo dei grandi Beatles

Sì, perché quest’anno il Beatles Day è solo on line, con una lunga diretta Facebook che si tiene dalle ore 14,30 di domenica 7 giugno 2020 e visibile e ascoltabile sulla pagina Facebook dei Beatlesiani d’Italia. Sono tantissimi gli interventi tra musica, cimeli, ricordi, aneddoti, racconti, con moltissimi ospiti. Tra questi Bobby Solo, Alberto Radius, Fausto Leali, Giovanni Storti di Aldo, Giovanni e Giacomo, Alberto Fortis, I New Dada, L’Aura, Omar Pedrini, Peppino Di Capri, Red Canzian, Stefano Bollani, Red Ronnie, Vince Tempera, Vincenzo Mollica, per citare i più noti, insieme a innumerevoli tribute band dai nomi fantasiosi ma facilmente affiancabili ai Beatles e che certamente sapranno ricreare i suoni, gli abbigliamenti, le movenze e le voci dei quattro di Liverpool.

Il libro “Mondo Vinile

La copertina del libro di Marco Tesei

Anche Marco Tesei, nel suo libro “Mondo vinile”, ha voluto proprio ricreare quel substrato culturale e storico, quell’humus che ruota attorno alle produzioni di musicisti come i Beatles, che hanno fatto la storia del disco, ripercorrendo momenti fondamentali della musica moderna, raccontando aneddoti, curiosità, stranezze, personaggi, musicisti, arrivando a descrivere un “sentimento” che accomuna tutti quanti hanno a che fare con il vinile. Le voci dei protagonisti che si trovano nel libro sono quelle di personaggi come Massimo Cotto, Mario Pezzolla, Mimmo Locasciulli, Massimo Gasperini, Massimo Bonelli, Guido Giazzi, Bruno Casini, Francesco Spampinato, Grazia Paganelli, Marco Biondi e diversi altri, tutti a proprio modo protagonisti della proposta e dell’ascolto musicale in Italia, personalità che hanno percorso, vissuto, fatto e che ancora fanno e portano avanti la storia del disco e della musica.

La nuova giovinezza del vinile

Il disco in vinile sta vivendo una seconda giovinezza, se non addirittura una nuova maturità. Da alcuni anni, molti artisti della musica e etichette discografiche prediligono questo supporto – dal suono più immediato, naturale, più “vero” – del tutto diverso dalla perfezione artefatta dei supporti digitali. Il disco in vinile continua così a essere un elemento culturale di approfondimento, di comunicazione, di scambio caldo e pieno di passione e interesse, proprio come quel suono che rende così unica la musica sui dischi “di una volta”.

I Beatles restano grandi

Quella stessa fedeltà che si può trovare riascoltando le canzoni dei Beatles dai loro dischi – long playing o 45 giri – originali, quello sperimentalismo in canzone, la ricerca talvolta maniacale di suoni, rumori, sovraincisioni, strumenti a volte esotici, melodie nuove e sino ad allora inascoltate, mescolanze di generi e impasti vocali che, oggi, ci fanno comprendere perché i Beatles sono diventati e restano grandi.

Non ci resta che tuffarci in quel mondo anni Sessanta vivendo davvero il Beatles Day 2020, con la consapevolezza che quelle canzoni sanno ancora e forse sempre più proiettarci nel futuro e aprirci a mondi che si schiudono davanti a noi, nella speranza che possano essere sempre migliori.