Globe Today’s

Notizie quotidiane internazionali

“Avrò cura di te”. Festival del Fundraising XV Edizione

Avrò cura: Cover

“Avrò cura di te”. Bellissimo, dolcissimo il titolo della XV edizione del Festival. “Avrò cura di te”, ricorda molto la canzone stupenda del grande Battiato. Perfetta davvero la partenza. Prepariamoci!

Avrò cura di te

È arrivato anche quest’anno il programma del Non-profit Day, Edizione 2022, l’evento più importante del mondo del fundraising italiano. Inoltre anche tra i più importanti a livello internazionale. Dopo aver fatto bene nell’anno 2021, nonostante la pandemia, gli organizzatori puntano a continuare il crescendo della manifestazione. Il 6, 7, 8 giugno 2022 si tornerà in piena presenza al Pala Riccione, come di consueto prima del 2020.

La prerogativa delle iniziative della manifestazione – tutte confermate – sono di qualità molto alta. Si parla infatti di oltre 50 sessioni formative per gli addetti ai lavori già confermate, più di 1000 partecipanti tra i più famosi speakers del settore e 600 organizzazioni no profit presenti. Il tema di questa edizione ha come titolo “Avrò cura di te”: un invito a gettare il cuore oltre gli ostacoli. Meno focus sui numeri, più sulle persone.

Ospiti e format

La plenaria di apertura sarà tenuta da Nives Merol, alpinista famosa per aver scalato tutte le 14 vette del mondo, oltre gli 8000 metri. A seguire, altri nomi importanti come il giornalista scrittore Mario Calabresi. Inoltre, Roberto Olivi, public affairs and communication director in BMW, TEDx speaker, author and journalist e Jordan Evans, project leader della NASA.

Non solo ospiti ma anche Format di successo. In questa edizione infatti sarà riproposto il Fundraising Idea Challenge. In cosa consiste? 7 grandi fundraiser di lunga data ed esperienza, al lavoro a fianco delle più importanti campagne di raccolta fondi di successo. La sfida che dovranno affrontare: sfornare idee di fundraising, pescando tra le migliori e le più curiose dell’ultimo anno. Ottimo momento per i fundraisers più giovani, che potranno trovare un momento di ispirazione.

Leggi anche:  Macchine volanti: sogno o realtà?

“Big Rom”

Ci sarà anche “Big Rom”. No, non si tratta di calcio. Ma di un format con sessioni inedite, in cui fundraisers e non solo, condivideranno le loro esperienze. Anche in questo frangente, la platea potrà trovare spunti di riflessione e motivazionali. Tra i nomi spiccano anche Gianluca Diegoli (minimarketing) e Donata Columbro (dataninja). Esperti del marketing con migliaia di follower e autori di best seller del settore. Svilupperanno il delicato tema della cura del donatore, tra dati, strategie di marketing e attenzione all’empatia con chi dona.

Avrò cura: il racconto

Insomma, questa quindicesima edizione del Festival del Fundraising promette di mantenere la tendenza delle precedenti. Una crescita di numeri e qualità, ed una ricerca della “nuova normalità” per il mondo del Fundraising.I biglietti sono ancora disponibili e si possono trovare sul sito del Festival del Fundraising.

“Grazie alla nostra media partnership con il Festival del Fundraising puoi partecipare al Festival inserendo il codice MEDIAFFR22 in fase di registrazione per accedere alla tariffa scontata di 349 euro invece di 399 euro entro il 31 maggio 2022.”