Globe Today's

Notizie quotidiane internazionali

Alla scoperta di un frutto eccezionale: il ribes

Il ribes

I prodotti semplici

Ciao a tutte, abbiamo parlato già di alcuni prodotti semplici e che si trovano con facilità nei nostri giardini o orti di casa come l’origano o i cetrioli, ricchi di mille proprietà salutari, ma considerati quasi fuori tempo, rispetto a più sofisticati, seppur buoni, prodotti confezionati o inscatolati dalle industrie. Ma qui il tutto e comunicato e diffuso al pubblico e ai “clienti” attraverso campagne pubblicitarie e quindi venduti in tutti gli scaffali dei supermercati, facendo quasi dimenticare le cose semplici.

Rimango convinta invece, che lo scoprire a km zero, le qualità innumerevoli che i prodotti coltivati dal contadino o da noi stessi nel nostro piccolo orto, sia un valore aggiunto da mettere in rilievo. Ecco quindi, che oggi mi piacerebbe parlarvi di un frutto che spesso consideriamo sfizioso nelle macedonie con frutti di bosco o con frutti rossi: Il ribes.

Il ribes

La pianta del ribes ha un andamento arbustivo cespuglioso e arriva m a 1 metro di altezza. Il fusto appare giallognolo nelle piante giovani, ben presto diviene rossastro mentre le foglie possono presentare tre o cinque lobi, hanno margine dentellato e sono molto profumate a causa delle numerose ghiandole odorose sulla parte inferiore. I fiori hanno cinque petali con forma a cuore rovesciato di colore verde giallognolo.

I frutti sono bacche globose di color rosso rubino raccolte in piccoli grappoli e maturano nella stagione estiva.

Solo nel XVIII secolo, anche se conosciuto e coltivato già da 200 anni, il ribes divenne famoso poiché gli vennero riconosciute straordinarie proprietà curative.

Un illustre dottore alla Sorbona, l’abate Bailly de Montaran, propose il ribes quale rimedio infallibile per la cura della peste, vaiolo, febbri e avvelenamenti vari. Qualche anno dopo arrivò ad affermare, mediante un intero trattato, che questo frutto avrebbe assicurato una vecchiaia serena con una buona forma fisica.

Le proprietà

Oggi sappiamo che è uno dei frutti più ricchi di vitamine, inoltre è una pianta robusta e molto decorativa. La varietà rossa ci giunse dalla Spagna. In Digione, utilizzando i frutti di questa pianta, si produce il liquore Cassis.

I frutti del ribes rosso hanno proprietà diuretiche e dissetanti, così come i frutti del ribes nero. Le foglie di quest’ultima varietà sono impiegate per preparare medicamenti atti all’eliminazione dell’acido urico.  Gli erboristi preparano un macerato glicerico con il ribes che presenta una potentissima attività antiinfiammatoria.

Le ricette dolci di ribes

Ma vediamo un dolce a base di ribes

Gli ingredienti sono: 300 grammi di ribes rossi, 250 grammi di farina di mais, 200 grammi di zucchero, 100 grammi di farina di frumento 00, 3 uova, 200 grammi di burro, 20 grammi di miele, io preferisco la varietà di acacia, 1 bustina di lievito, una bustina di vaniglia, zucchero a velo, potete ottenerlo ponendo lo zucchero semolato in un frullatore e facendo girare le lame alla massima velocità per circa 2 – 3 minuti. Mi raccomando ricordatevi il tappo o il disastro è assicurato!

Prendete una terrina piuttosto fonda e ponete all’interno i tuorli con lo zucchero semolato e lavorate il tutto fino a montatura completa.  Il risultato migliore si ottiene utilizzando la frusta elettrica. Quando avrete ottenuto un composto dorato e spumoso, aggiungete a pioggia la farina gialla e poi quella bianca, il lievito e aromatizzate con la vaniglina.

Il composto deve essere ammorbidito con 180 grammi di burro fuso, dopo di ciò montate a neve ben ferma le chiare d’uovo e incorporateli al precedente composto.

Con il burro rimasto, ungete uno stampo rotondo da 24 cm di diametro, magari a cerniera.  Versate l’impasto nello stampo e infornate nel forno caldo a 180° C per circa 1 h.

Una volta uscita dal forno la torta deve riposare per una decina di minuti, tagliatela a metà in senso orizzontale.

Prendete i ribes e scottateli per due minuti in poca acqua, scolateli e mescolateli con il miele, quindi farcite con questo composto la torta, spolverizzatela con lo zucchero a velo.

Buon appetito!